Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid Italia, si va verso la proroga dello stato d'emergenza al 31 marzo 2022

© SputnikPalazzo Chigi
Palazzo Chigi - Sputnik Italia, 1920, 14.12.2021
Seguici su
Si potrebbe tenere oggi il Consiglio dei ministri nel quale dovrebbe essere presa una decisione in merito alla proroga dello stato d'emergenza fino al 31 marzo 2022.
Come riferisce TgCom24, che cita fonti di governo, l'accelerazione è stata decisa dal premier Mario Draghi, che ha dunque deciso di dare un segnale forte sulla priorità data dall'esecutivo alla pandemia di Covid-19.
Lo stato d’emergenza è stato dichiarato il 31 gennaio 2020 e, secondo il decreto legislativo del Codice della Protezione civile, può durare un massimo di 12 mesi, prorogabile di ulteriori 12 mesi in caso di riconosciuta necessità, e attribuisce al governo “poteri straordinari” o “speciali”.
L'attuale stato d'emergenza può essere quindi prorogato fino al 31 gennaio 2022, non oltre. Questo non significa, però, che non si possa chiudere lo stato d'emergenza per Covid-19 e aprirne, contestualmente, un altro con una motivazione differente, che valga appunto fino al 31 marzo 2022.

Favorevoli Pd, M5S e Lega

Tra le forze di maggioranza, Pd e M5S hanno già dato il proprio via libera al proseguimento delle misure straordinarie.
Secondo Enrico Letta, il tempo è "maturo" per annunciare la proroga, con i dem che già la scorsa settimana si erano detti pronti a sostenere la conferma dello stato di emergenza.
Dello stesso avviso anche Giuseppe Conte, che, dopo un colloquio di circa un'ora e mezza con Draghi, ha affermato che "una proroga sarà necessaria".
Anche, e soprattutto, però, ora ci sarebbe l'ok da parte della Lega, che con Matteo Salvini ha fatto sapere che il Carroccio non darà "giudizi a priori", ma attenderà invece "i dati" prima di pronunciarsi in maniera definitiva.
Sempre all'interno della Lega, decisa anche la posizione del governatore del Veneto Luca Zaia, il quale sottolinea che, specie nelle zone rosse, sarà difficile andare avanti senza proroga.
"Vedremo cosa accadrà il 31 dicembre, perché in zona rossa la vedo dura dire che la proroga non serva. Il contesto dell'ultimo miglio è quello determinante per la decisione", sono state le parole di Zaia.

Giorgia Meloni contraria

Tra le voci dell'opposizione, chi invece continua a professarsi fermamente contraria alla proroga dello stato d'emergenza, è sicuramente Giorgia Meloni di Fratelli d'Italia.
"Dopo due anni che emergenza è? Dopo due anni devi riuscire a combattere la pandemia ripristinando la pienezza dei diritti", ha incalzato la Meloni.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала