Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Tajani: “Confronto con il centrosinistra, un presidente della nostra sfera sarebbe perfetto”

© AP Photo / Jean-Francois BadiasAntonio Tajani
Antonio Tajani - Sputnik Italia, 1920, 13.12.2021
Seguici su
E rilancia la figura di Berlusconi, “ha meriti e record che in pochi possono vantare” e guarda all’interesse nazionale. Il vicepresidente di Forza Italia non vede candidati nell’altro schieramento.
Per Antonio Tajani, vicepresidente di Forza Italia, “il presidente si elegge con il massimo del consenso”.
Per questo, dice al Corriere della Sera, l’obiettivo è confrontarsi con il centrosinistra, con cui “siamo al governo insieme”.
“È una cosa positiva per tutti, noi faremo la nostra parte, tutti devono parlare con tutti visto che la prima carica dello Stato rappresenta tutti”.
E in questa elezione del presidente della Repubblica, il centrodestra può giocare il suo ruolo: “I numeri lo dicono, abbiamo tanti parlamentari come anche tanti rappresentanti delle Regioni. E c’è anche un gran numero di parlamentari che non sono iscritti a un partito, ed è la prima volta che un numero così importante di deputati e senatori, chiamiamoli indipendenti, si manifesta nell’elezione del presidente della Repubblica”.
Per Tajani “un presidente di area del centrodestra sarebbe perfetto, ma anche perché ogni presidente si spoglia un attimo dopo l’elezione dell’abito di appartenenza e diventa garante della Repubblica, non ha più la maglia di una squadra ma quella della Nazionale, diventa al di sopra delle parti”.

Berlusconi ha più meriti di tutti

Tajani, proprio nel totonomi, rilancia la figura dell’ex premier Silvio Berlusconi.
“Ha meriti e record che in pochi possono vantare”, è “l’uomo che ha governato più a lungo il nostro Paese, che è stato più votato, l’uomo che ha messo intorno a un tavolo Bush e Putin, l’uomo che più a lungo ha presieduto il Consiglio europeo. E a sinistra non vedo un candidato vero”.
E anche se è stato divisivo ha dimostrato “di tenere in primo luogo all’interesse nazionale” come ha fatto appoggiando il governo Draghi.
Tajani sottolinea che un presidente che non proviene dalla politica non sarebbe una scelta corretta: “Io credo che il presidente della Repubblica debba essere anche un politico di spessore, che ha preso voti, che ha governato, non ci si può sempre rivolgere ai tecnici, se mettiamo solo tecnici la politica continua ad abdicare al proprio ruolo”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала