Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Esplosione Ravanusa: 4 vittime, 2 sopravvissuti ma si cercano ancora 5 dispersi

© REUTERS / Antonio ParrinelloСпасатели с пострадавшим от взрыва газа в Раванузе
Спасатели с пострадавшим от взрыва газа в Раванузе  - Sputnik Italia, 1920, 12.12.2021
Seguici su
Si aggrava il tragico bilancio delle vittime dell'esplosione di gas che ieri sera ha distrutto diverse palazzine a Ravanusa (Agrigento). Nessun bambino tra i dispersi, assicura il sindaco.
Sale a quattro il numero delle persone morte nell'esplosione di gas che ieri sera ha provocato il crollo di 4 palazzine a Ravanusa, in provincia di Agrigento. Due donne sono sopravvissute al disastro ma fra le macerie si cercano ancora cinque dispersi, secondo gli ultimi aggiornamenti di Rainews.
I soccorritori lavorano in maniera incessante per ritrovare vive le persone che ancora mancano all'appello, tra cui un'assistente sociale di 30 anni alle ultime settimane di gravidanza, il marito e tre ragazze del paese.
Non risulterebbero bambini tra i dispersi, ha assicurato il sindaco di Ravanusa Carmelo D'Angelo, smentendo la notizia secondo cui ci sarebbero stati due minorenni tra le macerie di una palazzina crollata.

"La Regione sta attivando un'assistenza psicologica per i familiari delle vittime. Già questi morti provocheranno un grosso scompenso alla popolazione locale. Si tratta infatti di una comunità molto unita. Basti pensare che i cinquanta evacuati non hanno avuto bisogno di alberghi, hanno trovato tutti alloggio nelle case dei compaesani", ha detto a TgCom24 il direttore della Protezione Civile della Regione Sicilia, Salvo Cocina.

L'esplosione ha provocato il crollo di 4 palazzine, secondo quanto riferito da Cocina, e danneggiato gravemente altri edifici. Almeno 50 persone sono state evacuate. La procura ha aperto un'indagine per accertare le cause e le eventuali responsabilità del disastro.

L'esplosione

Il disastro è avvenuto alle 21 di sabato sera a causa della perdita di gas di un metanodotto. L'esplosione è stata annunciata da un tremendo boato. Poi l'incendio e il crollo di una palazzina in via Trilussa. I frammenti dell'edificio sono stati scagliati a decine di metri dal luogo dell'incidente.
Sul luogo sono arrivati immediatamente i vigili del fuoco di Agrigento, Licata e Canicattì che hanno tentato di domare le fiamme. Secondo le prime ricostruzioni ad innescare la deflagrazione potrebbe essere stato l'ascensore, ma i vigili del fuoco non escludono alcuna ipotesi.
La presenza di sacche sotterranee di gas nella rete cittadina ha impedito l'accesso in sicurezza alle macerie dei soccorritori, ha riferito la Protezione Civile. E' stato necessario l'intervento dei tecnici di Italgas.
Nelle operazioni di soccorso sono schierati 250 uomini tra vigili del fuoco, protezione civile e forze dell'ordine.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала