Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L'idea della giunta Gualtieri per mantenere la città pulita: "Non incartate i regali di Natale"

© Foto : CC-BY-NC-SA 3.0 ITIl Ministro dell'Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri
Il Ministro dell'Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri - Sputnik Italia, 1920, 11.12.2021
Seguici su
Il piano di pulizia straordinaria della città procede a rilento e l'assessora ai Rifiuti, Sabrina Alfonsi, propone ai romani di non incartare i regali di Natale, per evitare di produrre troppa spazzatura.
Dovrebbe concludersi proprio a ridosso delle festività natalizie il piano di pulizia straordinaria da 40 milioni di euro lanciato dal nuovo sindaco della Capitale, Roberto Gualtieri. Ma a poche settimane dalla meta, i risultati non sono incoraggianti.
E così dalla giunta arriva un’idea singolare, per evitare di ritrovarsi il 25 dicembre con le strade invase dal pattume. Nuovi impianti di smaltimento? Una discarica per la Capitale? Più mezzi e organico per i netturbini? Macché. La soluzione punta a risolvere il problema alla radice.
L’appello dell’assessora all’Ambiente della giunta Gualtieri, Sabrina Alfonsi, infatti, è di evitare di incartare i regali di Natale, per ridurre la percentuale di rifiuti da raccogliere sotto le feste.

“Cari romani, fate meno pacchi di Natale. Ci tengo proprio a dirlo per riuscire a tenere la città pulita serve anche un aiuto da parte della cittadinanza”, dice la ex mini-sindaca del primo municipio, citata dal Messaggero.

Alfonsi si appella al “senso civico” per “evitare la crisi”. Insomma, i romani, che pagano la Tari più alta d’Italia, dovrebbero pure togliersi il gusto della meraviglia di aprire i doni sotto l’albero, per evitare di sporcare.
“Ma non è detto che meno pacchi significhi meno regali. – precisa ancora l’assessora - Ma quest’anno dobbiamo limitare gli imballaggi, gli incartamenti”.
Emergenza rifiuti a Roma  - Sputnik Italia, 1920, 15.11.2021
La pulizia straordinaria di Gualtieri è già un flop: Roma è ancora ricoperta dai rifiuti
Addio, quindi, a carte da regalo, bigliettini, nastri, coccarde. Meglio dirsi “buon Natale” a voce, e pazienza se l’effetto sorpresa andrà a farsi benedire. “Il problema degli imballaggi non è uno scherzo. – ammonisce Sabrina Alfonsi - Come amministrazione abbiamo messo in campo tutte le azioni possibili per migliorare la raccolta, che era oggettivamente in crisi, e per trovare nuovi sbocchi per l’immondizia che viene prodotta a Roma”.
“Ma Natale – va avanti - è un periodo particolarmente complicato, proprio per i pacchi. Cresce la produzione dei rifiuti, che invece deve diminuire. A partire dalle carte dei regali”.
Nel frattempo, la giunta è in cerca di un miracolo per riuscire a ripulire la città entro Natale, visto che in alcune zone della città la spazzatura invade ancora i marciapiedi.
C'è da dire che il bonus di 360 euro agli operatori dell’Ama che lavorano dal 22 novembre al 9 gennaio, intanto, ha fatto sparire l’assenteismo, con le assenze che sono diminuite del 10 per cento.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала