Benin, leader dell'opposizione condannata a 20 anni di detenzione

© FotoReckya Madougou
Reckya Madougou - Sputnik Italia, 1920, 11.12.2021
Seguici suTelegram
Contro l'ex ministro 47enne l'accusa è quella di terrorismo e crimini economici.
La leader dell'opposizione del Benin, l'ex ministro della Giustizia del paese Reckya Madougou, è stata condannata 20 anni di prigione, con l'accusa di terrorismo, da un tribunale speciale a Porto Novo.
La 47enne Madougou è stata giudicata colpevole di "complicità in atti terroristici" dal Tribunale speciale per crimini economici e terrorismo, noto come Criet, che nei giorni scorsi aveva condannato a 10 anni di carcere un'altra figura di spicco dell'opposizione.
Il Criet, creato nel 2016 è stato condannato per il suo presunto utilizzo da parte del regime del presidente Patrice Talon per reprimere l'opposizione e spingere il Paese verso un maggiore autoritarismo.
"Questa corte ha deliberatamente deciso di condannare una persona innocente. Non sono mai stato e non sarò mai un terrorista", ha dichiarato la Madougou poco prima che la sua condanna fosse annunciata.
La Madougou, considerata la leader dell'opposizione del Benin, è stata arrestata nella capitale economica Cotonou a marzo, con l'accusa di aver finanziato un'operazione per assassinare personaggi politici per impedire le elezioni nel Paese, nel presunto tentativo di “destabilizzare” il Paese.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала