Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Assalto al Congresso USA, Trump nei guai: spunta il piano per un colpo di Stato

© Sputnik . Stringer / Vai alla galleria fotograficaI sostenitori del presidente in carica Donald Trump partecipano a una manifestazione vicino al Campidoglio, USA.
I sostenitori del presidente in carica Donald Trump partecipano a una manifestazione vicino al Campidoglio, USA. - Sputnik Italia, 1920, 11.12.2021
Seguici su
L'ex capo di gabinetto della Casa Bianca, alla vigilia dell'assalto, avrebbe presentato a Donald Trump un power point di una quarantina di pagine, contenente una serie di mosse per annullare l'elezione di Biden, sostenendo le tesi dei brogli e delle interferenze da Cina e Venezuela.
L'assalto al Campidoglio del 6 gennaio 2021 potrebbe non essere stato una rivolta spontanea dei manifestanti in piazza, ma un vero e proprio tentativo di colpo di Stato. Nelle ore precedenti, infatti, il capo di gabinetto della Casa Bianca, Mark Meadows, aveva ricevuto per e-mail un piano segreto per far dichiarare a Donald Trump lo stato d'emergenza, annullare l'elezione di Joe Biden e mantenere il potere. Lo riferisce The Guardian.
Il documento, un power point intitolato Frode Elettorale, Interferenze Estere & Opzioni per il 6 gennaio, è stato consegnato alla commissione che indaga sull'episodio dallo stesso Meadows, che ha ammesso di averlo ricevuto via mail, ma di non averlo tenuto in considerazione.
Nelle 38 pagine del testo sono raccomandate alcune mosse che avrebbero permesso a Donald Trump di restare alla Casa Bianca. Il piano prevedeva la dichiarazione dello stato d'emergenza per interferenze straniere nelle elezioni e l'annullamento del voto elettronico al fine di ritardare la proclamazione a presidente di Biden, fissata proprio il 6 gennaio.
Il piano è stato redatto d Phil Waldron, un ex colonnello dell'esercito molto influente nel movimento e sostenitore delle tesi cospirazioniste dei brogli elettorali. Il 4 gennaio il documento era stato illustrato da alcuni suoi collaboratori ad un gruppo di senatori, mentre era stato diffuso in maniera più capillare il 5 gennaio, il giorno precedente l'assalto al Campidoglio.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала