Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Rinnovato dopo 9 anni il contratto collettivo per 60mila forestali, i sindacati: "Risultato storico"

© Foto : Evgeny UtkinUna foresta in Italia
Una foresta in Italia - Sputnik Italia, 1920, 10.12.2021
Seguici su
L'intesa è stata siglata giovedì nella sede della Conferenza delle Regioni. Esultano i sindacati: "Risultato importante che arriva alla vigilia dell’utilizzo di ingenti risorse economiche per ampliare e valorizzare il nostro patrimonio forestale”.
È arrivata ieri, dopo nove anni di attesa, la firma dell’accordo per il rinnovo del contratto nazionale collettivo dei 60mila forestali italiani. Ad annunciarlo sono le organizzazioni sindacali, che parlano di risultato "storico".
L’intesa, come riferisce Askanews, è stata sottoscritta giovedì nella sede della Conferenza delle Regioni. Il contratto nazionale per i lavoratori del comparto idraulico-forestale e idraulico-agrario era scaduto nove anni fa, nel 2012.
La nuova versione è stata firmata dai tre principali sindacati di categoria, Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil, da Agci-Agrital, Confcooperative-Fedagripesca, Confcooperative lavoro e servizi, Federazione italiana comunità forestali-Federforeste e Legacoop-agroalimentare.
“È un risultato importante che giunge in un momento quanto mai opportuno, alla vigilia dell’utilizzo, da parte del nostro Paese, di ingenti risorse economiche che arriveranno, in particolare dall’Europa, per ampliare e valorizzare il nostro patrimonio forestale”, ha commentato il segretario della Uila-Uil, Stefano Mantegazza.
Si tratta, ha spiegato, di un accordo che “valorizza la figura professionale del lavoratore forestale e che modifica una serie di norme ormai desuete”.
Sarà lo strumento, ha annunciato il sindacalista, “per poter sviluppare, oltre al tradizionale ruolo protettivo, anche una vera forestazione produttiva che crei ulteriore occupazione e lavoro di qualità”.
“Il Ccnl è stato rinnovato nella parte normativa e adeguato alle prossime sfide che riguardano il settore: dai processi di transizione ambientale allo sviluppo delle aree interne, dalla difesa del territorio alla prevenzione e contrasto degli incendi boschivi”, spiega anche Giovanni Mininni, segretario generale della FLAI Cgil.
Nel contratto, rende noto lo stesso sindacato, sono stati inseriti, tra le altre cose, “due nuovi articoli su ferie solidali e aiuto alle lavoratrici vittime di violenza di genere”.
“Il rinnovo – ha chiarito Mininni - prevede un aumento di 100 euro sia per impiegati che operai al II livello, riparametrato per gli altri livelli contrattuali, erogato in due tranche di 50 euro ciascuna”.
Il contratto, ha concluso il sindacalista, sarà un “utile strumento per favorire l’applicazione del Testo Unico sulla forestazione che, speriamo a breve, riuscirà a vedere approvati i decreti attuativi”.
L’obiettivo, ha detto, è “la trasformazione della forestazione in un settore produttivo” per “valorizzare un comparto strategico per la transizione ecologica e la prevenzione del dissesto idrogeologico”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала