Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Mattarella su Covid-19, senza la scienza il mondo sarebbe in ginocchio

© Foto : Paolo Giandotti - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della RepubblicaIl Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il Presidente della Repubblica Algerina Democratica e Popolare Abdelmad-Jid Tebboune, durante le dichiarazioni alla stampa, oggi 6 novembre 2021.
Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il Presidente della Repubblica Algerina Democratica e Popolare Abdelmad-Jid Tebboune, durante le dichiarazioni alla stampa, oggi 6 novembre 2021.
 - Sputnik Italia, 1920, 10.12.2021
Seguici su
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella esalta il ruolo della scienza e il suo contributo alla lotta della pandemia, coglie l’occasione della sua partecipazione all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università degli studi Kore di Enna per dire che:
“Senza questa straordinaria e tempestiva opera della comunità scientifica internazionale il mondo sarebbe in ginocchio di fronte alla pandemia”.
La pandemia, prosegue Mattarella, “ha messo in crisi tutte le economie e gli Stati più potenti del mondo. L'abbiamo fronteggiata perché la comunità scientifica ha lavorato in modo integrato e senza confini”.
Mattarella non ha esitato a definire la pandemia un nemico “che mette a rischio il genere umano” ed è per questo che la cultura e la scienza si confermano nel loro “ruolo trainante”, hanno un “ruolo decisivo nel fornire all’umanità prospettive positive, di collaborazione, di crescita e difesa. Questo – prosegue Mattarella – è un ulteriore elemento che rafforza la consapevolezza della centralità della Cultura dell’istruzione”.
Quindi Mattarella si è soffermato sulla centralità dello studio accademico: “Una centralità decisiva per le sorti del mondo e del genere umano è affidata in larga misura alle università”.
Sempre quest’oggi, il presidente Mattarella ha indirizzato un breve messaggio per ricordare la Giornata mondiale dei diritti umani. Nel messaggio ha ricordato come la pandemia stia amplificando le sofferenze per l’umanità:
“La crisi pandemica, inoltre, ha ulteriormente ampliato i divari esistenti, esacerbando la condizione di coloro che si trovano in situazioni di maggiore vulnerabilità”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала