Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Lady camorra, Maria Licciardi passa al 41bis

© Hermes e Giovanni MereghettiPolizia Penitenziaria
Polizia Penitenziaria - Sputnik Italia, 1920, 10.12.2021
Seguici su
Maria Licciardi, detta “lady camorra” per il suo ruolo apicale nell’Alleanza di Secondigliano, da oggi è al 41bis, ovvero il carcere duro riservato ai mafiosi.
La Licciardi era stata acciuffata poco prima che riuscisse nel suo intento di fuggire in Spagna, ma 'a piccerella, questo il suo vero soprannome per via della statura, è stata trasferita dal carcere di Lecce a quello dell’Aquila, attrezzato per il regime detentivo del 41 bis.
Il passaggio è una accoglimento del Ministero della Giustizia di un'istanza della Direzione distrettuale antimafia di Napoli.
La Licciardi ha 70 anni ed è per questo considerata una di quelle “boss” vecchio stampo, molto rigidi e con un certo codice da rispettare.
Chi le stava vicino, ad esempio, non poteva usare i social network, perché dovevano restare invisibili e, inoltre, dovevano evitare il più possibile le faide tra i clan, per non smuovere le acque.
Tuttavia, la Licciardi è accusata di essere la mandante di azioni violente, inoltre comandava anche su alcuni ospedali e, in piena pandemia, era lei il direttore sanitario che decideva il ricovero dei suoi affiliati. Le liste di attesa per lei non esistevano, racconta il Corriere della Sera.

L’Aquila, il ritorno

La Licciardi aveva già saggiato il carcere duro e la casa circondariale dell’Aquila è solo un ritorno. Qui vi aveva soggiornato dal 2001 al 2007 e, pare, che nell’ora d’aria condividesse il tempo con la brigatista rossa Nadia Desdemona Lioce, condannata per avere ucciso Massimo D’Antona e Marco Biagi, scrive ancora il quotidiano nazionale.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала