Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Julian Assange, la giustizia britannica apre alla possibilità di estradizione verso gli USA

© Sputnik . Ruptly / Vai alla galleria fotograficaIl fondatore di WikiLeaks Julian Assange nel carcere di Belmarsch, Londra
Il fondatore di WikiLeaks Julian Assange nel carcere di Belmarsch, Londra - Sputnik Italia, 1920, 10.12.2021
Seguici su
La giustizia britannica sostiene il ricorso in appello statunitense contro il divieto di estradizione nei confronti di Julian Assange.
In precedenza, a gennaio, un giudice britannico aveva stabilito che il fondatore di WikiLeaks, Julian Assange, non avrebbe potuto essere estradato negli Stati Uniti a causa del rischio che potesse suicidarsi in prigione.
Il cittadino australiano di 50 anni rischia l'ergastolo per l'accusa pendente a suo carico di spionaggio, nel caso in cui venisse giudicato da un tribunale statunitense.
Il governo degli Stati Uniti ha vinto la causa di giudizio in appello, presentato presso l'Alta Corte di Londra, per l'estradizione di Julian Assange negli Stati Uniti.
Un giudice ha annullato la decisione di un tribunale inferiore di bloccare l'estradizione di Assange, ribaltanto la sentenza di primo grado.
"La corte ha accolto il ricorso in appello", ha annunciato il giudice Timothy Holroyde in un'udienza di venerdì.
La decisione apre le porte all'estradizione di Assange, anche se gli avvocati della difesa mantengono ancora il diritto di presentare ulteriore ricorso contro il verdetto della Corte d'Appello.
La fidanzata di Assange, Stella Moris, ha definito la sentenza di venerdì un "grosso errore" e ha promesso di ricorrere in appello contro questa decisione il prima possibile.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала