Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Dipartimento di Giustizia Usa soddisfatto dalla sentenza di Londra sull'estradizione di Assange

Dipartimento di Giustizia USA a Washington - Sputnik Italia, 1920, 10.12.2021
Seguici su
L'Alta Corte di Londra ha accolto l'appello del governo americano per estradare il fondatore di WikiLeaks Julian Assange, annullando la precedente sentenza che vietava l'estradizione per il timore che il giornalista e attivista mentalmente in difficoltà potesse tentare il suicidio una volta finito in carcere negli Stati Uniti.
Il Dipartimento di Giustizia esprime soddisfazione per la sentenza del giudice dell'Alta Corte di Londra Timothy Holroyde, che ha accolto l'appello delle autorità statunitensi per annullare la sentenza di un tribunale di grado inferiore che vietava l'estradizione di Julian Assange.
"Siamo soddisfatti della sentenza", ha dichiarato laconicamente a Sputnik un rappresentante del Dipartimento di Giustizia, rifiutando ulteriori commenti.
Holroyde ha stabilito che il fondatore di WikiLeaks 50enne potrebbe essere estradato negli Stati Uniti, annullando la sentenza di gennaio del giudice della corte distrettuale del Regno Unito Vanessa Baraitser secondo cui sarebbe "oppressivo" estradarlo, in quanto potrebbe provare togliersi la vita se imprigionato in America a seguito delle sue precarie condizioni psicologiche.
Il fondatore di WikiLeaks Julian Assange nel carcere di Belmarsch, Londra - Sputnik Italia, 1920, 10.12.2021
Julian Assange, la giustizia britannica apre alla possibilità di estradizione verso gli USA
La compagna di Assange Stella Moris ha definito la sentenza di venerdì un "grave errore giudiziario" e ha promesso di impugnare il provvedimento.
La sentenza è stata ampiamente condannata da giornalisti indipendenti, associazioni per le libertà civili e per i diritti umani in tutto il mondo, tra cui Reporters sans frontières, Amnesty International, Freedom fo the Press Foundation, Don't Extradite Campaign e la Federazione Internazionale dei Giornalisti. La direttrice di Sputnik e RT Margarita Simonyan ha commentato la sentenza definendo Assange come il Galileo dei tempi moderni ed ha suggerito che i "farisei" che cercano di fargli del male dovrebbero "bruciare all'inferno".

Caso Assange

Assange di fatto non è un uomo libero da 9 anni, da quando si è rifugiato nell'Ambasciata ecuadoriana a Londra nel 2012 per il timore di processi motivati politicamente e l'estradizione negli Stati Uniti attraverso la Svezia, dove una coppia di donne lo aveva accusato di crimini sessuali.
Il suo portale WikiLeaks, grazie a documenti governativi ufficiali trapelati, aveva messo in risalto all'opinione pubblica gli imbarazzanti segreti statali e aziendali statunitensi, inclusi presunti crimini di guerra americani in Iraq.
È stato mandato via dall'Ambasciata ecuadoriana nell'aprile 2019 e arrestato dalle autorità britanniche per 50 settimane per aver violato le condizioni di libertà vigilata, nonostante le autorità svedesi avessero ritirato le accuse. Da allora è detenuto nella prigione di Belmarsh. Le udienze per l'estradizione sono iniziate a settembre 2020. Se verrà estradato e successivamente condannato per l'accusa di spionaggio negli Stati Uniti, Assange potrebbe trascorrere il resto della sua vita in prigione.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала