Cannabis: a Caserta sequestrate 3,6 tonnellate di infiorescenze, valgono 30 milioni di euro

© flickr.com / Rusty BlazenhoffCannabis Farm
Cannabis Farm - Sputnik Italia, 1920, 10.12.2021
Seguici suTelegram
Maxi sequestro di infiorescenze di cannabis a Pontelatone, in provincia di Caserta, dove i baschi verdi della Guardia di Finanza hanno messo a segno un sequestro da 3,6 tonnellate di piante e infiorescenze di cannabis, già essiccate e pronte per la vendita.
Sequestrato anche il capannone e l’intero impianto di produzione della cannabis, esteso su una superficie di oltre 850 mq.
Secondo quanto riferito dai militari delle Fiamme Gialle, l’azienda agricola apparentemente risultava essere in regola dal 2016, con la normativa di settore che prevede l’autorizzazione e il controllo della produzione di cannabis per gli scopi consentiti dalla legge.
Tuttavia, i finanzieri hanno accertato che il proprietario dell’azienda non aveva la prevista documentazione idonea a certificare e “tracciare” la vendita delle infiorescenze di marijuana a soggetti appositamente autorizzati al loro impiego e trasformazione per finalità lecite.
La procura di Santa Maria Capua Vetere ha provveduto al sequestro, per evitare che una così considerevole quantità di sostanza potesse essere immessa illegalmente sul mercato, con un guadagno di oltre 30 milioni di euro.
Il proprietario dell’azienda agricola ha fatto ricorso a tribunale del riesame di Santa Maria Capua Vetere, ma è stato respinto, confermando il sequestro della piantagione.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала