Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Unicef: la pandemia di coronavirus è la più grande crisi per i bambini degli ultimi 75 anni

© AP Photo / MAHMOUD TAHABambino siriano
Bambino siriano - Sputnik Italia, 1920, 09.12.2021
Seguici su
È allarme per la situazione dell'infanzia nel mondo. Lo sottolinea l'Unicef. "La più grande crisi globale per i bambini nei nostri 75 anni di storia".
In occasione del suo 75° anniversario, l'Unicef lancia un monito pesante: la situazione attuale dell'infanzia è la peggiore riscontrata in tutti i 75 anni di vita dell'istituzione.
L'agenzia avverte che la pandemia di Covid-19 sta cancellando "ogni misura di progresso per i bambini", specie se si tiene conto dell'incremente di +100 milioni di bambini immersi nella povertà.

"Il Covid-19 ha colpito i bambini su una scala senza precedenti, fornendoci la peggiore crisi per i bambini che l'Unicef abbia mai visto nei suoi 75 anni di storia".

Vita - Sputnik Italia, 1920, 15.10.2021
Unicef: allarme adolescenti, 3 suicidi al giorno. Seconda causa di morte tra i giovani in Europa
Il rapporto, dal titolo Prevenire un decennio perduto: un'azione urgente per invertire l'impatto devastante del Covid-19 sui bambini e sui giovani, evidenzia il modo in cui la malattia sta annullando decenni di progressi precedenti, effettuati in tema di istruzione, protezione dell'infanzia, nutrizione e benessere mentale.
In particolare, è aumentata ulteriormente e notevolmente la povertà, innalzando la disuguaglianza e minacciando i diritti dei bambini ad un livello mai visto prima d'ora.
Lancia così l'allarme Henrietta Fore, direttore esecutivo dell'organizzazione:
"Nel corso della nostra storia, l'Unicef ha contribuito a creare ambienti più sani e sicuri per i bambini di tutto il mondo, con grandi risultati per milioni di persone" (...) “Questi guadagni sono ora a rischio. La pandemia di Covid-19 è stata la più grande minaccia al progresso per i bambini nei nostri 75 anni di storia. Mentre aumenta il numero di bambini affamati, che non vanno a scuola, che subiscono abusi, che vivono in condizioni di povertà o costretti al matrimonio, diminuisce il numero dei bambini che hanno accesso a cure sanitarie, vaccini, cibo sufficiente e servizi essenziali. In un anno in cui dovremmo guardare avanti, stiamo andando indietro”.
A riprova della grave situazione mondiale dell'infanzia, il rapporto riferisce che il numero di famiglie in situazione economica "grave" in cui si trovano minori è aumentato di ben 60 milioni, rispetto ai numeri di prima della pandemia.
Preoccupa, e seriamente, il tema degli accessi ai vaccini per le fasce di popolazione dei più piccoli. Nel 2020, oltre 23 milioni di bambini hanno perso i vaccini essenziali, per un incremento negativo di quasi 4 milioni, rispetto al 2019; è il numero più alto in 11 anni.

Anche prima della pandemia, circa 1 miliardo di bambini in tutto il mondo hanno subito almeno una grave privazione, dall'impossibiltà di accesso all'istruzione, alla salute, all'alloggio, all'alimentazione, ai servizi igienico-sanitari o all'acqua.
Questo numero, dice il rapporto, è ora in aumento, poiché la ripresa ineguale che si riscontra nelle varie parti del mondo, relativa alle diverse fasce della popolazione, nonché le ingenti diversità di ricchezza, non fanno che inasprire ulteriormente la situazione.
"Il rapporto afferma che si stima che attualmente 100 milioni di bambini in più vivano in condizioni di povertà multidimensionale a causa della pandemia, evidenziando un aumento del 10% dal 2019. Ciò corrisponde ad una media di circa 1,8 bambini al secondo da metà marzo 2020. Inoltre, il rapporto avverte di un lungo percorso per il recupero del terreno perduto: anche nel migliore dei casi, ci vorranno dai sette agli otto anni per riprendersi e tornare ai livelli di povertà infantile pre-Covid.
All'apice della pandemia, più di 1,6 miliardi di studenti non sono andati a scuola a causa dei vari lockdown.
Il rapporto segna poi un +13% di giovani nella fascia di età 10-19 anni a soffrire di disturbi mentali. La pandemia oltretutto ha fatto subire uno stop ad ottobre 2020 ai servizi di salute mentale dedicati ai più piccoli.
Altro dato allarmante sottolineato dal rapporto: il numero di bambini vittime di lavoro minorile è salito a 160 milioni in tutto il mondo, segnando un + 8,4 milioni di bambini negli ultimi quattro anni.
Per la povertà che segue la pandemia sono circa 9 milioni di bambini a rischiare di patire il lavoro minorile entro la fine del 2022.
Più di 10 milioni di bambini rischiano di vedersi costretti a matrimoni precoci, in aggiunta al dato precedente la pandemia.
Vaccinazione con Sputnik V - Sputnik Italia, 1920, 09.10.2021
In calo le vaccinazioni per bambini e adolescenti, forse a causa della pandemia di coronavirus
Al culmine della pandemia, si sono contati 1,8 miliardi di bambini che vivevano nei 104 Paesi in cui i servizi di prevenzione e risposta alle violenze si sono gravemente interrotti.
50 milioni di bambini soffrono di deperimento, la forma di malnutrizione più pericolosa per la vita, e questa cifra potrebbe aumentare di 9 milioni entro il 2022, a causa dell'impatto della pandemia sulle diete, sui servizi nutrizionali dei Paesi e sugli approvvigionamenti.
Il rapporto dell'Unicef riferisce poi degli altri rischi che minacciano la salute ed il benessere psico-fisico generale dei bambini. Vi sono, Covid-19 a parte, le guerre in atto in vari luoghi del pianeta, e si sottolineano i numeri: 426 milioni di bambini, pari a quasi 1 su 5, vivono in zone di conflitto. Conflitti che stanno impattando sempre più sui civili, basti pensare al caso di Yemen, Siria, Libia, per citarne alcuni.
Le donne e le ragazze sono sempre più a rischio di violenza sessuale.
Nuova Delhi inquinamento - Sputnik Italia, 1920, 03.12.2021
Inquinamento atmosferico in India: una morte su dieci di bimbi sotto i 5 anni è causata dallo smog
Pesa sul bilancio anche il dato relativo ai rischi climatici: circa "un miliardo di bambini vive in Paesi a rischio estrememente alto per gli impatti dovuti ai cambiamenti climatici".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала