Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Speranza: presto per decidere sui richiami al vaccino. Sui bambini ascoltiamo la scienza

© Foto : Roberto Speranza Roberto Speranza
Roberto Speranza  - Sputnik Italia, 1920, 09.12.2021
Seguici su
Il ministro Speranza annuncia che è presto per poter prendere una decisione sulla dose di richiamo al vaccino anti-Covid-19. Si valuterà, dice il ministro, in base "alle evidenze scientifiche". Sulla vaccinazione ai bambini, il ministro esorta ad "ascoltare la scienza".
A parer del ministro, è presto per poter stabilire se esista o meno la necessità di somministrare ulteriori dosi di rinforzo per le vaccinazioni.
Speranza, intervenuto alla nota trasmissione TV in onda sul canale satellitare Nove, Accordi e disaccordi, ha parlato ancora una volta di Covid-19, ponendo l'accento in particolare sull'importanza delle vaccinazioni, sul dato comunque positivo per l'Italia per quanto concerne l'andamento della pandemia rispetto ad altri Paesi dell'area UE e sulle vaccinazioni ai più piccoli.

"Sappiamo che dopo alcuni mesi la protezione scende, ma non scompare, ma valuteremo più avanti in base alle evidenze scientifiche".

In merito alla vaccinazione nei confronti della fascia di età 5-11 anni, il ministro Speranza ha ancora una volta ricordato che "bisogna fidarsi della scienza", riferendosi ad una valutazione fatta da Ema e Aifa in proposito.

"Partiremo il 16 dicembre e il mio consiglio è di affidarsi ai nostri pediatri. Della qualità della nostra classe medica si parla in tutto il mondo, fidiamoci di loro. Ai genitori che comprensibilmente hanno dei dubbi dico: parlate con i nostri pediatri, non è materia da talk show o social media. Fidiamoci della scienza e della medicina".

Il ministro ha poi riportato un dato che desta ottimismo: l'Italia, se rapportata ad altri Paesi dell'area UE si trova forse nella situazione migliore, seppur con la curva dei contagi in crescita.
Basti pensare alla situazione attualizzata ad oggi di Francia e Germania.
"Oggi l'Italia sta meglio di altri Paesi ma bisogna mantenere i piedi per terra e continuare un percorso che vede l'indispensabile accelerazione sulle vaccinazioni".
Il ministro ha poi mostrato riserva nei confronti della notizia sull'efficacia del vaccino Pfizer dopo tre dosi contro la variante Omicron, dicendo che si aspetta il giudizio dell'autorità internazionale: "Non c'è ancora un giudizio finale e l'impatto della variante non è ancora certo. Non possiamo seguire altre valutazioni. Per me il riferimento sono le autorità internazionali come l'Oms, l'Ema e la nostra Aifa".
Andrea Crisanti - Sputnik Italia, 1920, 06.12.2021
Vaccino 5-11, Crisanti: "Pochi dati, meglio aspettare"
Oggi, riporta il ministro, si sono toccate le 100 milioni di dosi di vaccino somministrato in un periodo di poco maggiore agli 11 mesi. La media di dosi al giorno è di 40mila vaccinazioni effettuate. Sottolinea poi che intanto l'importante è effettuare il primo ciclo e "fare poi la terza dose".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала