Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Mar Nero, militari francesi segnalano un nuovo contatto ravvicinato tra i loro aerei e i jet russi

Caccia Rafale - Sputnik Italia, 1920, 09.12.2021
Seguici su
Il ministero della Difesa russo aveva riferito ieri, mercoledì 8 dicembre, che caccia Sukhoi Su-27 erano stati fatti decollare per intercettare e scortare jet francesi Rafale e Mirage-2000, nonché un aereo da rifornimento C-135 dell'aviazione francese, mentre sorvolavano il Mar Nero.
Due aerei militari francesi e un aereo cargo per il rifornimento di carburante sono stati rintracciati da una coppia di caccia russi oggi, mentre sorvolavano lo spazio aereo internazionale nel Mar Nero, ha riferito il portavoce delle forze armate francesi, il colonnello Pascal Ianni.
Parlando con la Reuters, Ianni ha affermato che gli aerei francesi erano coinvolti in una "missione di ricognizione" della Nato e che svolgevano le loro attività "in conformità con le norme internazionali".
"I due aerei hanno rilevato a distanza due caccia russi che si sono avvicinati, ma non hanno disturbato né ostacolato lo svolgimento della missione", ha detto Ianni.
L'ufficiale francese ha caratterizzato il volo dei jet russi vicino agli aerei francesi come una "comunicazione strategica" della Russia per indicare la loro presenza nell'area.
Il "contatto" è stato il secondo del genere in due giorni. Ieri l'esercito russo ha riferito che i jet Su-27 sono stati fatti decollare per intercettare e scortare i caccia Rafale e Mirage-2000 dell'aeronautica francese, nonché un aereo cargo C-135, mentre volavano verso i confini marittimi russi nel Mar Nero. È stato riferito che i jet russi sono tornati alla base, dopo che gli aerei stranieri si sono allontanati dal confine.
Sempre ieri, successivamente, i militari francesi hanno confermato che almeno un Su-27 russo "si è avvicinato e poi ha seguito i nostri aerei per la maggior parte del loro transito sul Mar Nero". I militari hanno sottolineato che "questo contatto si è svolto in modo professionale e senza rappresentare alcun pericolo" e che "questo tipo di situazione è comune" e "non ha ostacolato la missione degli aerei francesi o la libertà di movimento nello spazio aereo internazionale."
Vladimir Putin - Sputnik Italia, 1920, 08.12.2021
Putin: "conflittuale" la politica della Nato sulla Russia
La Francia si è unita ai suoi alleati della Nato nel rafforzare la presenza nella regione del Mar Nero, in mezzo alle crescenti tensioni tra l'Alleanza Atlantica e la Russia sull'Ucraina. Parigi aveva schierato l'ultima volta una nave da guerra nella regione nel settembre 2020, mentre quest'anno ha effettuato ripetutamente voli di ricognizione nell'area.
Mosca ha espresso preoccupazione per le attività della Nato vicino ai suoi confini marittimi, indicando il ripetuto dispiegamento di caccia dell'Alleanza, bombardieri, aerei da ricognizione e droni spia vicino alle frontiere russe. I radar dell'esercito russo rilevano regolarmente la presenza di aerei stranieri e jet vengono fatti decollare per intercettarli quando necessario.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала