Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Letta a tutto campo, parla di elezioni presidenziali e delle tre priorità dell'Italia

© AFP 2021 / Eric PiermontEnrico Letta
Enrico Letta - Sputnik Italia, 1920, 09.12.2021
Seguici su
Enrico Letta torna a sottolineare che di elezione del presidente della Repubblica si deve parlare da gennaio, ma, se proprio si insiste, allora lui è pronto “a dialogare con tutti”, poiché lui è “per una maggioranza larga”, che includa anche l’opposizione, ovvero Giorgia Meloni.
Perché non vuol parlare di elezioni del presidente della Repubblica italiana adesso? Perché ci sono “tre priorità che non consentono alcuna forma di distrazione”, spiega il segretario del Partito Democratico al Corriere della sera.
Le priorità sono la legge di bilancio, la messa a terra del Piano nazionale di recupero e resilienza e la pandemia.
Questi temi sono stati eclissati un po’ dal costante dibattito sull'elezione del presidente della Repubblica.
Quindi, aggiunge che di aprire una crisi di governo dopo l’elezione del presidente non se ne parla proprio:
“Crisi politica ed elezioni anticipate significherebbero sei mesi di blocco. Non possiamo permettercelo”.

Le priorità dopo l’elezione del presidente della Repubblica

Eletto il Capo dello Stato, Letta detta la lista di priorità e parte dalla legge elettorale e dalla riforma dei regolamenti parlamentari. Egli crede che la legge elettorale attuale abbia danneggiato il sistema politico.
Le due riforme ora si rendono necessarie anche per la nuova geografia del Parlamento, ridimensionata dal referendum costituzionale dell’autunno 2020.
Quindi bisognerà occuparsi dei giovani: “Vorrei che il 2022 fosse l’anno in cui si tolgono i tirocini gratuiti”, afferma Letta.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала