Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Torino: scoppia la polemica per i 91mila euro dell'albero di Natale "Zerbino"

© Sputnik . Leonardo ToloneseTorino, piazza Vittorio Veneto
Torino, piazza Vittorio Veneto - Sputnik Italia, 1920, 08.12.2021
Seguici su
Eredità della giunta Appendino, solleva qualche dubbio il Natale per la prima capitale storica d'Italia: 91mila euro per un albero di pannelli di prato artificiale. Con le altre spese previste per il Capodanno, il conto per i cittadini del capoluogo tocca quota 150mila euro. È polemica.
Quest'anno il Natale in quel di Torino presenta un conto salato, conto lasciato per altro dalla vecchia giunta Appendino. 150mila euro in totale, con una Torino che, tra l'altro, rinuncerà alla festa in piazza, come confermato dal sindaco Lo Russo.
La Lega ha subito provveduto a sollevare il caso, ponendo un'interrogazione indirizzata al Comune, mentre il mondo del web ha scatenato una bufera di nomignoli, da cono gelato a broccolo, campo da tennis sintetico in verticale o peggio.
I nomignoli, d'altro canto, non sono certo una moda nuova; seguono di pari passo il celebre Spelacchio di Roma, divenuto nel tempo così famoso, da essere richiesto in servizio anche quando palesamente di natalizio aveva ormai davvero ben poco.
Spelacchio era diventato famoso nel 2017, quando i cittadini della capitale, vedendosi innalzare un imponente abete, tanto imponente quanto "spelacchiato" appunto, forse per il lungo viaggio dalla Val di Fiemme a Roma, gli avevano affibbiato un tale nomignolo, pur dimostrandogli poi, con il tempo, affetto.
Ora, a rendere il rituale dell'albero in piazza, "colorito", e capace di attirare su di sé le voci dei cittadini, ci ha pensato Torino.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала