Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

"Saremo un bersaglio bomba": il radar danese della NATO sconvolge le Isole Faroe

© flickr.com / Bo NielsenKvivik, Faroe Islands
Kvivik, Faroe Islands - Sputnik Italia, 1920, 08.12.2021
Seguici su
Questa settimana, il ministro della Difesa danese Trine Bramsen dovrebbe visitare le Isole Faroe, nella speranza di riuscire a far approvare una decisione su una nuova base radar danese, quindi NATO. L’idea sta incontrando molte opposizioni sull’arcipelago a governo autonomo che fa parte del Regno di Danimarca.
Il piccolo, ma strategicamente importante, arcipelago è diventato il punto focale della situazione della sicurezza nel Nord Atlantico. La Danimarca, membro della NATO, vuole costruire una nuova base radar sulle Isole autonome, facenti parte del Regno danese, al fine di ottenere un buon comando di tutti gli aerei che sorvolano la regione e rafforzare la sua pretesa sull'Artico.
Tuttavia, alcuni politici delle Isole Faroe sono preoccupati. La nazione insulare di soli 53.000 abitanti è fortemente dipendente dalle sue esportazioni di pesce e uno dei suoi maggiori clienti è la Russia. Ospitare un radar della NATO potrebbe danneggiare le importanti relazioni commerciali in mezzo alle tensioni tra Mosca e l'Alleanza del Nord Atlantico, ritengono alcune correnti politiche interne.
Tuttavia, il ministro degli Esteri delle Faroe, Jenis av Rana, ha sostenuto che il radar non sarebbe una questione militare.
“Il fatto che possa far parte dell'immagine militare complessiva della NATO è possibile. Ma non ci saranno militari nelle Isole Faroe", ha detto, come citato dall'emittente nazionale SVT.
L'opposizione faroese ha accusato il governo di essere troppo filo-danese e di non prestare sufficiente attenzione alle critiche.
Il deputato faroese Bjárni Kárason Petersen ha sostenuto che l'arcipelago dovrebbe lasciare fuori la Danimarca e negoziare direttamente con la NATO, in base alle proprie richieste.
"Se le Isole Faroe dovessero ospitare un radar, diventeremmo in parte un bersaglio strategico per le bombe", ha affermato Kárason Petersen, che ha inoltre sottolineato l’importanza delle ripercussioni economiche.
“Potremmo rischiare di perdere gran parte delle nostre esportazioni verso la Russia. Questo potrebbe schiacciare la nostra economia”, ha ipotizzato.
Le Isole Faroe sono un arcipelago del Nord Atlantico situato a metà strada tra Norvegia, Islanda e Scozia, rimasto per secoli sotto il dominio danese.
Attualmente, la Danimarca governa ancora l'arcipelago in aree come difesa, polizia, giustizia, valuta e affari esteri, mentre i faroesi controllano la maggior parte delle questioni interne.
Nonostante facciano parte del Regno danese, insieme alla Groenlandia, le Isole Faroe non fanno parte di UE e area Schengen, nonché mantengono una propria politica commerciale, tanto da non aver mai partecipato alle sanzioni contro la Russia, anzi, hanno sempre cercato di migliorarne le relazioni commerciali, ricevendo, per altro, critiche sul continente, come quelle provenute dal partito liberal-conservatore danese Venstre, che le ha definite troppo “dipendenti” dalla Russia.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала