Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Putin: "conflittuale" la politica della Nato sulla Russia

© Sputnik . Evgeny PaulinVladimir Putin
Vladimir Putin - Sputnik Italia, 1920, 08.12.2021
Seguici su
Le parole del capo di Stato russo arrivano dopo che ieri ha avuto una videoconferenza durata due con il presidente degli Stati Uniti, in cui si sono discusse le questioni relative ai rapporti bilaterali e i temi internazionali di primo piano dell'agenda internazionale.
La politica della Nato nei confronti della Russia è conflittuale, ha dichiarato oggi il presidente Vladimir Putin, aggiungendo che l'espansione dell'Alleanza Atlantica verso est è una delle questioni di sicurezza più importanti per Mosca.
"La struttura è configurata nei nostri confronti, per usare un eufemismo è ostile, inoltre dichiara la Russia nemica. Non c'è niente di buono qui, non ci adoperiamo per alcun confronto con nessuno, speriamo che in questo senso la Grecia prenda una posizione di contenimento, come si suol dire", ha detto Putin in una conferenza stampa dopo i colloqui con il premier greco Kyriakos Mitsotakis.
La Nato persegue una linea di confronto contro la Russia, ha aggiunto Putin.
"Per quanto riguarda la Nato, si tratta di un blocco militare. Purtroppo il blocco Nato sta chiaramente perseguendo una linea conflittuale nei confronti della Russia, ma le ultime questioni sembrano essere di natura tecnica, tuttavia, l'espulsione dei nostri diplomatici, che alla fine ha portato alla chiusura della corrispondente struttura Nato a Mosca, dice che la struttura è misurata su di noi, per usare un eufemismo, è ostile. Inoltre dichiara la Russia suo nemico", ha detto il leader russo.
La Russia persegue una politica estera pacifica, ma ha il diritto di difendere la propria sicurezza nel medio e lungo termine, la questione se Mosca attaccherà Kiev è provocatoria, ha affermato Putin.

"Si tratta di un interrogativo provocatorio. La Russia persegue una politica estera pacifica, ma ha il diritto di garantire la propria sicurezza, come ho detto, nel medio e lungo termine. Ne discutiamo con i nostri partner, con tutti i nostri partner, compreso il mio interlocutore di ieri, il presidente degli Stati Uniti Biden", ha detto Putin.

Vladimir Putin - Sputnik Italia, 1920, 07.12.2021
Putin a Biden: inutile attribuire responsabilità alla Russia, Nato cerca di prendersi l'Ucraina
Putin ha affermato che con l'ingresso dell'Ucraina nella Nato, seguirà il dislocamento di opportuni contingenti militari e armamenti minacciosi, fatto che non può che preoccupare.
"Non possiamo che essere preoccupati per la prospettiva del possibile ingresso dell'Ucraina nella Nato, in quanto seguirà senza dubbio dal dislocamento di opportuni contingenti militari, basi e armi che ci minacciano", ha detto Putin durante una conferenza stampa.
L'allargamento della Nato ad est a spese dell'Ucraina è una delle questioni di sicurezza più importanti della Federazione Russa in una prospettiva strategica, ha continuato Putin.

"L'espansione del blocco della Nato verso est, anche a spese dell'Ucraina, è una delle questioni chiave per garantire la sicurezza della Russia in una prospettiva media e persino strategica. Ne parliamo costantemente, pubblicamente, e avvertiamo i nostri partner che non è accettabile per noi. Una delle tesi è molto semplice, in aggiunta ne abbiamo parlato, ovviamente ogni Paese ha il diritto di scegliere il modo più appropriato per garantire la sicurezza, ma questo dovrebbe essere fatto in modo tale da per non violare gli interessi di altri Paesi e non minare la sicurezza di altri Paesi, in questo caso la Russia", le parole di Putin.

La Russia si basa sul fatto che tutti i timori sull'allargamento della Nato saranno ascoltati, non può non pensare alle conseguenze dell'espansione dell'alleanza, perché si tratterrebbe di un'inerzia criminale, ha concluso Putin.
"Partiamo dal presupposto che le nostre preoccupazioni, almeno questa volta, saranno ascoltate. Finora, nei decenni precedenti, abbiamo costantemente parlato dei nostri timori e chiesto di non fare nulla, tuttavia le infrastrutture della Nato si sono inevitabilmente avvicinate ai nostri confini. Ora vediamo sistemi di difesa missilistica in Polonia e Romania", ha detto il presidente russo.
"Abbiamo tutte le ragioni per credere che lo stesso accadrà se l'Ucraina sarà accettata nella Nato, ma questa volta in territorio ucraino. Bene, come possiamo non pensarci? Sarebbe un'inerzia criminale da parte nostra guardare cosa accade lì con indifferenza", ha aggiunto il presidente russo.
Video-chiamata tra Putin e Biden - Sputnik Italia, 1920, 07.12.2021
Video-chiamata tra Putin e Biden: Usa non credono che la Russia abbia deciso di attaccare l'Ucraina
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала