Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Macron contro l'UE: si occupa di "sciocchezze su linguaggio politicamente corretto"

© Sputnik . Alexey VitvitskyEmmanuel Macron
Emmanuel Macron - Sputnik Italia, 1920, 08.12.2021
Seguici su
Dopo una protesta pubblica per i tentativi di "cancellare il Natale" o "sopprimere la cultura di un popolo", il commissario europeo per l'uguaglianza Helena Dalli ha ammesso che le linee guida sulla "comunicazione inclusiva non sono un documento maturo", annunciando che sarebbero state ritirate per essere ulteriormente sviluppate.
Il presidente francese Emmanuel Macron si è inserito nell'acceso dibattito, criticando le controverse linee guida della Commissione europea per la comunicazione inclusiva, che ha bollato come "sciocchezze", riporta il Telegraph.
"Un'Europa che viene a spiegare alle persone quali parole dovrebbero o non dovrebbero usare non è un'Europa alla quale aderisco totalmente. È un'assurdità, fondamentalmente", ha detto Macron durante un discorso all'Istituto Jacques Delors a Parigi.
Mentre il presidente francese presentava le priorità per la prossima presidenza francese dell'Unione Europea, ha avvertito che, nonostante gli innegabili benefici dell'essere parte dell'UE, come il coordinamento dello sforzo di vaccinazione COVID-19 e gli sforzi di ripresa economica, L’Ue rischia di allontanare i cittadini, intromettendosi con un linguaggio politicamente corretto.
La sede della Commissione Europea - Sputnik Italia, 1920, 30.11.2021
Salvato il 'Buon Natale': сommissaria Dalli fa retromarcia sulla comunicazione inclusiva
Secondo Macron, la Francia, proprio come altri paesi dell'UE, sta vivendo un senso di identità europea sempre più "appassito". "...Quando il gioco si fa duro, la gente dice che è colpa dell'Europa", ha dichiarato Macron, sottolineando l'imperativo di "rivendicare quest'Europa come nostra", in mezzo alla "guerra al buon senso".
Una guida di 30 pagine su come "aggiornare" il linguaggio usato nella Commissione europea, per renderlo più neutro dal punto di vista del genere e orientato alla cultura LGBTQ+, è stata pubblicata dal commissario per l'uguaglianza, Helena Dalli, alla fine di ottobre. La guida suggeriva di eliminare parole di genere come fatto dall'uomo e signore e signori, a favore di parole neutre come cari colleghi, ma ha scatenato solo un torrente di reazioni negative.
Dopo che il documento interno è stato ripreso da il Giornale, molti hanno accusato l'UE di voler "cancellare il Natale". I riferimenti al Natale, secondo le linee guida, potrebbero essere percepite come "intolleranza o giudizio, alimentare stereotipi o individuare un gruppo religioso". I funzionari dell'UE sono stati esortati ad evitare la parola a favore di periodo di vacanza.
Il documento offre anche una serie di raccomandazioni su come parlare della comunità LGBTQ+, consigliando di fare "attenzione all'uso di gay e lesbiche come sostantivi, che possono essere considerati inappropriati. Transgender, bi o intersex non sono sostantivi".
Le linee guida esortavano a "permettere l'auto-identificazione" e ad usare il pronome Mx (non il maschile Mr o il femminile Mrs) quando si è in dubbio su come rivolgersi correttamente ad una persona. Un torrente di critiche è giunto da un alto funzionario del Vaticano e tra i politici conservatori, e ha avuto un'eco sui social media. L'UE è stata accusata di condurre una guerra al "buon senso".
Il cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato vaticano, citato dal Vatican News ha detto che l'Europa "deve la sua esistenza e la sua identità a numerosi contributi", ma "non possiamo certo dimenticare che uno dei suoi principali contributi, se non il principale, è stato il cristianesimo stesso".
Sommersa dalle proteste, il commissario europeo per l'uguaglianza Helena Dalli ha fatto un'inversione a U, ammettendo che le sue linee guida sulla "comunicazione inclusiva" "non sono un documento maturo". In un tweet ha affermato che esse sono un "lavoro in corso".
Un passante di fronte alla sede della Commissione Europea a Bruxelles - Sputnik Italia, 1920, 30.11.2021
"Buone feste" e non "Buon Natale": l'Ue consiglia quali espressioni è meglio evitare
Mentre il presidente francese si è espresso sulla controversa guida, ha detto che la presidenza francese dell'UE si concentrerà su "recupero, potere e appartenenza". Le osservazioni arrivano a soli quattro mesi dalle elezioni presidenziali, mentre Macron non ha ancora annunciato se correrà per un secondo mandato, ma è ampiamente previsto che lo faccia. I sondaggi attualmente suggeriscono che Macron potrebbe ottenere un secondo mandato.
Tuttavia, i suoi potenziali rivali si stanno preparando per la sfida. Valérie Pécresse è stata scelta dai membri del partito centro-conservatore Les Républicains per essere la loro prima candidata donna alle elezioni presidenziali francesi.
Per quanto riguarda il controverso editorialista e opinionista televisivo Eric Zemmour, noto per le sue provocazioni sull'Islam, l'immigrazione e le donne, che si è a sua volta candidato per la presidenza, un sondaggio Ifop-Fiducial suggerisce che la Pécresse lo supererebbe del 13% nel primo turno di aprile. La Pécresse potrebbe porsi in un testa a testa con la rivale di destra Marine Le Pen, entrambi al 17%, in vista di un potenziale ballottaggio contro Macron.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала