Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Bestemmia e aggredisce il confessore: 28enne "posseduta" sviene dopo l'esorcismo

© Sputnik . Giorgio Perottino / Vai alla galleria fotograficaDei fedeli in una chiesa a Torino
Dei fedeli in una chiesa a Torino - Sputnik Italia, 1920, 08.12.2021
Seguici su
Il rito è andato avanti per nove ore, dopo che la giovane aveva perso il controllo, aggredendo un frate e parlando con voci diverse, in diverse lingue. Il priore del santuario: "I casi sono centinaia".
Ha aggredito il confessore e sua madre, urlando bestemmie e parlando con voci diverse e in diverse lingue, fra cui il latino. Quella a cui i frati dell’Ordine dei Servi di Maria del Santuario della Madonna di Monte Berico, a Vicenza, hanno assistito domenica scorsa poteva essere benissimo la scena di un film horror. E, invece, era tutto vero, compreso l’esorcismo finale.
Protagonista della vicenda è una ragazza di 28 anni, residente nella città veneta. Domenica era stata accompagnata dai genitori nel santuario, ma, al momento della confessione, la giovane ha dato in escandescenza e ha cominciato a comportarsi in maniera aggressiva.

Ha iniziato a correre, imprecando e pronunciando frasi sconnesse in lingue diverse dall’italiano. Poi è passata alla violenza fisica, aggredendo il confessore che l’aveva accolta e prendendo a schiaffi la madre.

Per placare la furia della ragazza c’è voluto l’intervento di quattro frati e dell’esorcista. I fedeli che hanno assistito alla scena, come racconta l’edizione veneta del Corriere della Sera, sono rimasti scioccati. Qualcuno se n’è andato in fretta, altri hanno avvertito le forze dell’ordine, altri ancora si sono raccolti in preghiera nel piazzale antistante il santuario.
Esorcismo - Sputnik Italia, 1920, 04.03.2018
Intervista al sacerdote esorcista Cesare Truqui
Il caso, quindi, è stato affidato ad un esorcista veronese. Il verdetto è stato chiaro: “possessione”. La giovane, per i sacerdoti, sarebbe stata vittima di un “maleficio”.
“Si trattava di una possessione vera e propria e solo alla sera la situazione si è risolta, quando la ragazza è crollata fisicamente”, ha spiegato il priore, padre Carlo Rossato.
Il rito è andato avanti per nove ore, fino a quando, alle 20:30, la giovane è crollata, addormentandosi. Pur sconcertante, il suo, ha assicurato il frate, è solo “un caso fra tanti”.
“Nella curia di Vicenza – ha detto al Corriere - sono quattro gli esorcisti, ma centinaia le domande”. La ragazza, alla fine dell’esorcismo, è tornata a casa dai genitori.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала