Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Vercelli, tentata estorsione a danno del gruppo Loro Piana

© Sputnik . Albert PolyakovUno degli stand nel padiglione organizzato da Ente Moda Italia a CPM Moscow
Uno degli stand nel padiglione organizzato da Ente Moda Italia a CPM Moscow - Sputnik Italia, 1920, 07.12.2021
Seguici su
Richiesta per 300mila euro in sterline d'oro, sotto la minaccia di divulgazione di notizie riservate a danno del gruppo. Arrestato un funzionario dell'Agenzia delle Entrate di Vercelli. Su di lui ora l'accusa di "accesso abusivo a sistemi informatici e tentata estorsione".
Arrestato un funzionario dell'Agenzia delle Entrate di Vercelli, con l'accusa di "accesso abusivo a sistema informatico o telematico" e tentata estorsione a danno della nota casa di moda Loro Piana.
A far partire l'indagine, una denuncia presentata alle forze dell'ordine da parte della moglie dell'imprenditore Sergio Loro Piana, defunto nel 2013, che aveva ricevuto una richiesta anonima per un importo di 300mila euro, sotto la minaccia di diffondere informazioni in merito ad una vertenza tra l'Agenzia delle Entrate e la società stessa.

L'indagato in questione, funzionario dell'Agenzia summenzionata, aveva eseguito l'accesso alla banca dati Serpico, senza alcun incarico formale in merito.

Serpico, acronimo per Servizi ai contribuenti, è per inciso lo strumento informatico che, al lavoro 24 ore su 24, è in grado di analizzare circa 24.200 informazioni al secondo e che incrocia i dati dei contribuenti, leggasi dichiarazione dei redditi, beni immobiliari, case, auto, polizze assicurative, investimenti e quant'altro, con lo scopo di individuare i possibili casi di evasione fiscale.
Il funzionario aveva poi provveduto, secondo quanto traspare dalle indagini, a compilare un elenco degli imprenditori di zona più ricchi, tra cui figurerebbe proprio la famiglia Loro Piana.
Un particolare interessante nella vicenda: i 300mila euro sarebbero stati richiesti in sterline d'oro, forse per garantirne la riciclabilità.
L'operazione, che ha portato all'arresto del funzionario, è stata effettuata dai carabinieri del comando provinciale di Milano. Eseguita ieri pomeriggio, 6 dicembre, l'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала