Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Più diritti o rischio discriminazione alla rovescia? Sondaggio Sputnik sulle nuove tendenze liberal

© Sputnik . Giorgio Perottino / Vai alla galleria fotograficaDei giovani si fanno selfie al Monte dei Cappuccini a Torino
Dei giovani si fanno selfie al Monte dei Cappuccini a Torino - Sputnik Italia, 1920, 07.12.2021
Seguici su
Un sondaggio condotto per Sputnik News in Francia, Gran Bretagna, Germania e Stati Uniti, ha rivelato quale sia il livello di affidamento del campione demoscopico su temi caldi dell’agenda liberal, quali la cosiddetta ‘cultura della concellazione’, la ‘teoria critica della razza’ e le questioni gender che riguardano i minori.
Il sondaggio, condotto dalla più antica società demoscopica di Francia, la IFop, su commissione di Sputnik News, è stato condotto dal 24 al 26 novembre 2021, coinvolgendo 4.010 intervistati di età superiore ai 18 anni, distribuiti in maniera proporzionata per età e sesso, utilizzando un questionario da compilare online, e ha coinvolto cittadini francesi, britannici, tedeschi e statunitensi.
Per l’esattezza, gli intervistati erano così ripartiti:
Francia: 1.010 intervistati
Regno Unito: 996 intervistati
Germania: 1.003 intervistati
USA: 1.001 intervistati
L'errore di campionamento massimo per i dati per paese, nel suo insieme, è stimato intorno al +/- 3,1%, con un livello di confidenza del 95%, assicura la società demoscopica.
Il sondaggio intende analizzare il livello di fiducia che la popolazione dei paesi considerati detiene nei confronti di temi ‘caldi’ dell’agenda liberal, quali la cosiddetta ‘cultura della cancellazione', la ‘teoria critica della razza’, che afferma che società e legislazioni dovrebbero essere corrette al fine di eliminare il razzismo intrinseco sociale, che tenderebbe ancora oggi a favorire i bianchi, e le questioni di identità di genere, da affrontare anche quando riguardano i minori.
I risultati sono di seguito esposti:

Prima domanda: ‘cultura della cancellazione’

La ‘cultura della cancellazione’, un fenomeno che ha avuto origine negli Stati Uniti, è l'esclusione di una persona, un gruppo o un'organizzazione dalla sfera pubblica a causa di commenti o comportamenti considerati problematici o offensivi. Sostieni la diffusione di tale "cultura della cancellazione"?
Risposte
• In generale, tutti i paesi sono dominati da coloro che hanno un atteggiamento negativo nei confronti della cultura della cancellazione. Tuttavia, c'è una certa divergenza di percentuali tra i vari sottogruppi per età e e sesso.
• Circa lo stesso numero di intervistati negli Stati Uniti (50%), Gran Bretagna (49%) e Germania (59%) ha un atteggiamento negativo nei confronti della cultura della cancellazione.
• In Francia la situazione è diversa: il numero degli avversari è notevolmente inferiore (38%), ma anche il numero degli indecisi è maggiore.
Rowan Atkinson in Mr. Bean - Sputnik Italia, 1920, 05.01.2021
"Mr Bean" definisce la "cancel culture" come l'equivalente digitale del "linciaggio medievale"

Seconda domanda: La ‘teoria critica della razza’

Attualmente, i media americani fanno sempre più spesso riferimento alla "teoria critica della razza". Si basa sull'idea che il razzismo non sia solo un prodotto del pregiudizio personale, ma sia anche incorporato nelle norme sociali legali e politiche, che a loro volta dovrebbero essere modificate. Alcuni credono che questa teoria possa migliorare la democrazia, altri sono convinti, al contrario, che porti al fatto che le persone vengano trattate in modo diverso in base alla loro "razza", e quindi non sia una teoria democratica. Quale affermazione ti è più vicina?
Risposte
In generale, in tutti i paesi, l'accettazione della teoria critica della razza è a un livello piuttosto basso: dal 16% in Francia, a quasi un quarto in Germania (24%), ma se si guarda più in dettaglio ai singoli paesi, diventa chiaro che ci sono grandi differenze di opinione all’interno dei vari gruppi di riferimento per età.
Il Papa Francesco arriva a Baghdad nella prima visita internazionale durante la crisi pandemica - Sputnik Italia, 1920, 21.03.2021
Papa Francesco, anche il razzismo è un virus che non sparisce

Terza domanda: ritardo pubertà per minori che vogliono cambiare genere

Nel settembre 2021, la Corte d'Appello ha stabilito che i minori di 16 anni hanno il diritto di dare il consenso informato alle cure mediche che ritardano la pubertà. Questo tipo di trattamento viene utilizzato per il cambio di genere. Sostieni personalmente questa decisione o ti opponi?
Risposte
In generale, in tutti i paesi, la quota di coloro che hanno un atteggiamento negativo nei confronti di tale decisione del tribunale è superiore alla quota di coloro che sostengono la decisione.
Il numero di coloro che sostengono la decisione del tribunale è più alto negli Stati Uniti: più di un terzo (36%) e in Germania (34%), in tutti i paesi, circa la metà degli intervistati si oppone a tale decisione. In Francia, la percentuale di indecisi è più alta.
Svezia, Stoccolma - Sputnik Italia, 1920, 10.11.2021
Svezia, la soglia per il cambio di genere legale può essere abbassata a dodici anni

Quarta domanda: informazioni sull’omosessualità nel programma di studi

Sostieni o ti opponi all'inclusione nel programma scolastico, tra l'altro, di informazioni sulle coppie omosessuali?
Risposte
In generale, in tutti i paesi ad eccezione degli Stati Uniti, il numero di sostenitori è risultato maggiore degli oppositori all'inclusione di tali contenuti nei programmi di studi.
Gli Stati Uniti hanno il maggior numero di oppositori di tale tipo di educazione nella scuola e, in generale, le opinioni sono divise con un 42% a favore, contro il 43% di oppositori.
Il supporto più alto è in Germania, con un 64% favorevoli e solo 27% contrari.
Leader del partito Fratelli d'Italia Giorgia Melonia Roma - Sputnik Italia, 1920, 17.05.2021
Giornata contro l'omofobia, Meloni: "Ue prenda distanze da paesi dove omosessualità è reato"

Quinta domanda: Informazioni sulla riassegnazione di genere nel programma di studi

Sostieni o sei contrario all'inclusione nel programma scolastico di informazioni sulla riassegnazione di genere?
Solo in Germania il numero di coloro che sostengono (53%) l'inclusione di tali informazioni nel programma scolastico è superiore al numero di coloro che non lo supportano (37%).
In Francia, le opinioni sono divise: 41% contro 42%.
In Gran Bretagna e negli Stati Uniti prevale il numero dei contrari: 44% contro 39% in Gran Bretagna e 48% contro 40% negli Stati Uniti.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала