Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Pentagono: pronti ad affrontare l'ascesa militare della Cina a sostegno di Taiwan

© AFP 2021 / STAFF Il Pentagono, Washington, DC
Il Pentagono, Washington, DC - Sputnik Italia, 1920, 05.12.2021
Seguici su
Il numero uno della Difesa USA ha sottolineato con una certa preoccupazione il rapido incremento del potenziale nucleare di Pechino.
Parlando sabato al Reagan National Defense Forum, il segretario americano alla Difesa Lloyd Austin ha affermato che gli Stati Uniti rimangono impegnati nella politica di "una Cina", ma sono pronti a resistere a qualsiasi tentativo di usare la forza contro l'isola di Taiwan da parte della Cina continentale.
Secondo il segretario alla Difesa degli Stati Uniti, Washington è pronta ad affrontare l'ascesa militare della Cina con fiducia e determinazione e sta lavorando per "sostenere la capacità di Taiwan di difendersi".
Austin ha anche affermato che la Cina sta rapidamente sviluppando il proprio arsenale nucleare, con l'obiettivo di portarlo ad almeno 1.000 testate entro il 2030.
Il funzionario ha quindi precisato che gli Stati Uniti non stanno cercando di costruire una NATO asiatica o una coalizione anti-cinese, e "non stanno cercando una nuova Guerra Fredda o un mondo diviso in rigidi blocchi", ma vogliono una pacifica regione indo-pacifica dove tutti i paesi siano "liberi dalla coercizione".
Secondo il capo del Pentagono, Washington sta adottando misure per ridurre i rischi nei rapporti con la Cina ed è interessata ad aprire canali di comunicazione tra militari e diplomatici dei due Paesi.

La questione taiwanese

Gli Stati Uniti hanno rafforzato la cooperazione con Taiwan negli ultimi anni, mentre la Cina ha rafforzato il dispiegamento di aerei da combattimento nella zona di identificazione della difesa aerea dell'isola.
Taiwan è governata indipendentemente dalla Cina dal 1949. La Cina considera l'isola come una sua provincia, mentre le autorità dell'isola sostengono che sia un paese autonomo.
I diplomatici di alto livello degli Stati Uniti e dell'UE hanno dichiarato venerdì in una dichiarazione congiunta che Washington e l'Unione europea sono interessate ad approfondire la cooperazione con Taiwan basata sulla politica della "Cina unica" e a mantenere lo status quo nello stretto di Taiwan.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала