Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Lavrov-Blinken, "scambio acceso" durante una cena ufficiale dell'OSCE

© Ministero Esteri Federazione Russa  / Vai alla galleria fotograficaBlinken e Lavrov a Reykjavik
Blinken e Lavrov a Reykjavik - Sputnik Italia, 1920, 05.12.2021
Seguici su
I due titolari della diplomazia di USA e Russia si sono confrontati in maniera molto aperta sulla situazione in Ucraina.
"Uno scambio acceso sull'Ucraina" tra il segretario di Stato americano Antony Blinken e il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha avuto luogo nel corso di una cena dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa a Stoccolma all'inizio di questa settimana, ha riferito Bloomberg.
Il notiziario ha citato fonti anonime secondo il confronto ha avuto luogo durante l'incontro del 1 dicembre a cui hanno partecipato "dozzine di colleghi".
Le fonti hanno affermato che "la tensione verbale è scoppiata" a seguito di una discussione tra gli Stati Uniti e i suoi alleati europei su come "contrastare la minaccia di un'invasione russa dell'Ucraina" in ragione del presunto "ammassamento di truppe al confine del Paese vicino" da parte di Mosca.
La discussione è andata oltre quando Lavrov "ha preso la parola per ribadire il punto di vista della Russia" sul colpo di stato in Ucraina del 2014, con il ministro degli esteri russo che ha poi accusato la NATO e l'UE di "sopprimere il dissenso e minacciare" Mosca.
Secondo quanto riferito, Blinken ha risposto sostenendo che durante gli eventi del 2014, le forze presumibilmente fedeli all'allora presidente ucraino Viktor Yanukovich "hanno sparato sui manifestanti pacifici a Kiev". Inoltre, il segretario di Stato americano ha ribadito a Lavrov che la NATO è "un'alleanza difensiva".
L'indiscrezione di Bloomberg arriva dopo che l'ambasciata russa a Washington ha risposto alle speculazioni dei media occidentali sui presunti piani di Mosca per un'invasione dell'Ucraina sottolineando che la Russia ha il diritto di spostare le truppe della nazione all'interno del proprio territorio.
"La Russia non è una minaccia per nessun Paese. Il dispiegamento di truppe russe sul territorio nazionale è un nostro diritto sovrano e non è affare di nessuno. Sono la NATO e i suoi Stati membri che stanno spostando incautamente le loro forze militari e infrastrutture verso i confini della Russia", ha scritto l'ambasciata sulla sua pagina Facebook.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала