Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Nell’università di Pisa arrivano le toilette “genderless”

© FotoBagni genderless all'università di Pisa
Bagni genderless all'università di Pisa - Sputnik Italia, 1920, 04.12.2021
Seguici su
Da giugno 2022 ci sarà almeno un bagno pubblico neutro in ogni edificio. La decisione è stata presa dal rettore Paolo Mancarella su impulso delle richieste degli studenti.
Saranno bagni neutri o con un simbolo che unisca con forza i due generi, uomo e donna, per creare una nuova identità ma non connotata.
È il progetto dell’università di Pisa, che entro giugno 2022 intende trasformare le toilette dell’ateneo in bagni genderless, né per uomini, né per donne.
In ogni struttura dell’università pisana ce ne sarà almeno uno.
Intanto, mentre è in corso la valutazione sul “censimento” dei servizi igienici, il gruppo universitario "Sinistra Per" ha affisso cartelli coprendo le classiche indicazioni per uomini o per donne.

Un Ateneo innovativo

L’obiettivo è attuare la piccola rivoluzione entro la fine del mandato dell’attuale rettore Paolo Mancarella che ha fortemente voluto il cambiamento.
Altro segnale della direzione presa dall’università di Pisa è stata la decisione, presa nel 2007, di introdurre la carriera alias, il libretto con un nome diverso da quello anagrafico (18 le richieste già andate in porto).
"Se non ci fosse stata la lunga parentesi Covid, che ha fatto slittare tutto di un anno, l’operazione sarebbe già oggi a regime", ha detto il delegato del rettore per le attività di Gender studies and equal opportunities il professor Arturo Marzano.

La provocazione degli studenti

Mentre si discute dell’organizzazione pratica di questo cambiamento, gli studenti hanno tappezzato i bagni con volantini e messaggi provocatori.
"Questo è un bagno neutro, a casa tua i bagni sono divisi per genere?", si legge.
"Abbiamo mappato sia i bagni singoli che quelli collettivi. Per i singoli la scelta può essere quella di eliminare qualsiasi etichetta mantenendo solo quella generica che indichi la presenza del wc. Per quelli collettivi l’opzione è togliere ogni simbolo oppure lasciare tra le varie cabine almeno una porta "neutra".
Marzano preferirebbe un simbolo “politicamente impegnato, un mix di maschile e femminile, come già usato per esempio all’università di Oxford”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала