Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Istat, Pil italiano in crescita nel 2021 e nel 2022: +6,3% e 4,7%

© Sputnik . Evgeny UtkinLe persone in un negozio
Le persone in un negozio - Sputnik Italia, 1920, 03.12.2021
Seguici su
La frenata del 2020 sarà rimbalzata già quest'anno e la crescita ripartirà dal 2022.
Ormai sembra essere una certezza: il Pil italiano tornerà a crescere in maniera sostenuta nel biennio 2021-2022.
A certificarlo è anche l'Istat, con il suo Rapporto sulle prospettive per l'economia italiana nel 2021-2022.
Secondo l'Istituto nazionale di statistica, a sostenere la ripresa saranno gli investimenti, che permetteranno di ottenere importanti risultati quest'anno (+15,7%) e l'anno prossimo (+7,5%).
Torneranno a crescere, sempre stando all'Inps, anche i consumi delle famiglie e dei residenti, che faranno segnare dei convincenti +5,1% e +4,8% su base biennale.
Nella giornata di ieri anche l'Ocse aveva ribadito le previsioni circa il rimbalzo dell'Italia a livello di Pil nel 2022 e nel 2023, anticipando una crescita del 4,5% e del 3,2%, rispettivamente. Nel 2022 l’Italia dovrebbe recuperare completamente il Pil perduto nel 2020 (-8,9%), crescendo del +4,5% e nel 2023 potrebbe crescere di un ulteriore +3,2%.
Per quanto riguarda l’importante rapporto deficit/Pil, l’Ocse ha stimato una diminuzione del 9,4% nel 2021, del 5,9% nel 2022 e del 4,3% nel 2023.
L'organizzazione ha poi chiarito che, al fine di raggiungere gli obiettivi prefissati, l'Italia dovrà attuare le "riforme strutturali per digitalizzare e snellire i sistemi di giustizia civile e fallimentare, aumentare la concorrenza, soprattutto nei servizi, e aumentare l'efficienza della pubblica amministrazione rimane cruciale, insieme alla riforma fiscale per ridurre il cuneo e la complessità delle imposte sul lavoro”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала