Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Eni corre sul nucleare green: raccolti 1,6 miliardi per il progetto di fusione magnetica

© AP Photo / Luca BrunoIl quartiere generale dell'ENI a Milano
Il quartiere generale dell'ENI a Milano - Sputnik Italia, 1920, 03.12.2021
Seguici su
Il finanziamento della start-up Cfs vede anche l’aumento della quota da parte della società del cane a sei zampe, che ha investito altri 320 milioni di euro nel progetto che ritiene “centrale”.
Ad appena tre mesi dallo storico esperimento sulla fusione magnetica, condotto dalla start-up CFS (Commonwealth Fusion Systems), società spin-out del Massachusetts Institute of Technology, di cui Eni è il maggiore azionista, il progetto vede un altro passo avanti.
Nella raccolta di mercato, il progetto green ha ottenuto 1,6 miliardi di euro, che serviranno “per raggiungere l’obiettivo di immettere nella rete energia da fusione a confinamento magnetico”, previsto nel 2031, se il test 2025 andrà bene.
Secondo fonti di mercato, citate da Repubblica, la raccolta comprenderebbe il 20% circa relativo alla quota Eni, che pertanto avrebbe investito 320 milioni di euro.

La fusione nucleare green

A settembre, CFS ha condotto con successo il primo test al mondo del magnete con tecnologia superconduttiva HTS (HighTemperature Superconductors), che assicurerà il confinamento del plasma nel processo di fusione magnetica.

“Siamo orgogliosi di supportare CFS con nuovi significativi fondi, e la gestione dei progetti e delle competenze ingegneristiche. - ha detto l’ad di Eni, Claudio Descalzi - Grazie a queste svolte un impianto commerciale per produrre energia da fusione sarà presto a portata di mano”.

Eni, prima società energetica a credere nella fusione nucleare, le attribuisce “un ruolo centrale tra le tecnologie per la decarbonizzazione”.
Logo aziendale di Eni  - Sputnik Italia, 1920, 08.09.2021
Eni annuncia la “fusione” green e sicura: successo del primo test per l’energia del Sole
La fusione a confinamento magnetico, tecnologia mai sperimentata e applicata a livello industriale finora, è una fonte energetica sicura, sostenibile e inesauribile, che riproduce i princìpi tramite i quali il Sole genera la propria energia, garantendone un'enorme quantità a zero emissioni e rappresentando una svolta nel percorso di decarbonizzazione.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала