Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid, Report Iss: in aumento incidenza, ricoveri e terapie intensive

© REUTERS / Emilie Madi I medici lavorano in terapia intensiva
I medici lavorano in terapia intensiva - Sputnik Italia, 1920, 03.12.2021
Seguici su
Rispetto alla settimana precedente, l'indice Rt è in lieve calo, ma ancora sopra la soglia epidemica. Sono 20 le regioni a rischio moderato, una a rischio basso.
Continua ad aumentare l'incidenza dei contagi Covid a livello nazionale, secondo i dati del monitoraggio settimanale Covid dell'Istituto Superiore di Sanità - Ministero della Salute, pubblicati oggi.
Negli ultimi sette giorni, i casi di positività sono 155 per 100mila abitanti (26/11/2021-02/12/2021), rispetto ai 125 per 100mila abitanti della settimana precedente.
In lieve calo l'ndice Rt medio calcolato solo sui sintomatici, che passa da 1,23 a 1,20 (spazia tra 1,12-1,28), ma resta al di sopra della soglia epidemica.

Il rapporto sottolinea inoltre un forte aumento di nuovi casi non associati a catene di trasmissione, 30.966 nell'ultima settimana. Nei sette giorni precedenti erano 23.971.

Ricoveri e terapie intensive in aumento

Il rapporto dell'Iss registra un aumento della pressione sugli ospedali, con il tasso di occupazione in terapia intensiva che passa dal 6,2% del 25 novembre al 7,3% del 2 dicembre, secondo le rilevazioni giornaliere del Ministero della Salute.
In crescita anche il tasso di occupazione in area medica a livello nazionale, che sale al al 9,1% del 2 dicembre contro l'8,1% del 25 novembre, secondo le rilevazioni giornaliere del Ministero della Salute.

Solo una regione a rischio basso

Sono venti le Regioni e province autonome classificate a rischio moderato nel monitoraggio settimanale dell'Iss.

"Tra queste, due Regioni sono ad alta probabilità di progressione a rischio", evidenzia il rapporto.

Solo una regione risulta a rischio basso, mentre 13 riportano un'allerta di resilienza. L'Iss specifica che nessuna regione riporta molteplici allerte di resilienza.

In calo casi rilevati con tracciamento

Diminuisce la percentuale di casi rilevati con l'attività di tracciamento, 33% contro 34% della scorsa settimana. Rimangono stabili al 45% i casi rilevati con la comparsa di sintomi, mentre è in aumento la percentuale di casi diagnosticati con l'attività di screening (22% contro 21%).
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала