Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Sfuma il progetto del gruppo "sovranista" in Europa

Parlamento Europeo - Sputnik Italia, 1920, 02.12.2021
Seguici su
I conservatori europei presentano il proprio candidato alla guida dell'Europarlamento per il rinnovo delle cariche di metà legislatura, chiudendo al progetto di Matteo Salvini. La Lega: "Superare egoismi e paure".
Per un unico gruppo sovranista europeo bisognerà ancora attendere. Il progetto di Matteo Salvini, per ora, è “congelato”.
A mettere una pietra sopra al piano del leader leghista sono i polacchi di Diritto e Giustizia (Pis), il partito del premier Mateusz Morawiecki.
Il gruppo europeo dei Conservatori e Riformisti (Ecr), infatti, ha espresso un proprio candidato per la guida del Parlamento europeo. Si tratta del deputato polacco Kosma Zlotowski. Come co-presidenti sono stati confermati, invece, Raffaele Fitto, di Fratelli d’Italia, e Ryszard Antoni Legutko, del PiS.

I tempi, evidentemente, non sono ancora maturi per un candidato unico, scelto in accordo con le altre forze “sovraniste” che siedono all’Europarlamento, come il Rassemblement National di Marine Le Pen o gli ungheresi di Fidesz.

In un comunicato, ripreso da Repubblica, la Lega parla di “egoismi e paure, sia partitici che nazionali” che devono essere superati. Sempre secondo lo stesso quotidiano, i conservatori europei, incluso Fratelli d’Italia, sarebbero disponibili alla collaborazione con gli altri partiti di destra in Europa. Ma il gruppo presieduto da Giorgia Meloni non è intenzionato a sciogliersi.
Viktor Orban e Matteo Salvini - Sputnik Italia, 1920, 02.07.2021
La Carta dei sovranisti europei: "No al Superstato Ue e stop immigrazione con sostegno a famiglie"
Salvini, da parte sua, ha scelto di rinunciare ad andare a Varsavia, ospite di Morawiecki, per il vertice che avrebbe dovuto sancire la nascita della nuova alleanza. La federazione “sovranista”, insomma, può aspettare.
La Lega, però, promette che continuerà “a impegnarsi per un centrodestra vincente e alternativo alla sinistra in Italia e in Europa” e annuncia un “tour” del segretario in “alcune capitali europee”, “appena ci saranno le condizioni”.

La mano tesa del Ppe

Se i polacchi chiudono, almeno temporaneamente, al progetto della Lega, ad aprire al partito di Matteo Salvini è il Ppe, con Antonio Tajani.
L’ex presidente del Parlamento europeo e coordinatore nazionale di Forza Italia, citato dall’Ansa, ha assicurato che farà tutto il possibile per favorire un avvicinamento tra leghisti e popolari europei.
“Se qualcuno, e penso alla Lega, decidesse di volersi avvicinare al Ppe faremo tutto ciò che è possibile per aiutare questo avvicinamento”, ha detto ai giornalisti. “Finora Salvini – chiarisce - non l'ha richiesto. Comunque noi siamo pronti a fare il necessario per rinforzare uno schieramento liberale, cristiano, riformista, europeista".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала