Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Otto e mezzo, Cacciari inveisce su Severgnini durante la trasmissione

© AP Photo / Alberto Pellaschiar Massimo Cacciari
Massimo Cacciari - Sputnik Italia, 1920, 02.12.2021
Seguici su
Duro scambio di battute tra i due durante la nota trasmissione TV Otto e mezzo. La conduttrice Gruber fatica a riportare l'ordine in sala.
Infiamma la polemica il confronto tra Massimo Cacciari e Beppe Severgnini, nel dibattito andato in onda su La7, ad Otto e mezzo.
Quando il filosofo si è messo a menzionare un evento in programma a Torino con la presenza di sedicenti esperti, che sembrano essere su posizioni di scetticismo e nei confronti del Covid-19 stesso e nei confronti della gestione della malattia, è partito l'acceso scambio di battute.
Il filosofo, posto di fronte alle obiezioni di Severgnini, in collegamento video, il quale chiedeva i nomi dei sedicenti "scienziati" presenti alla manifestazione, è sbottato, dando "del matto" al giornalista opponente e paventandogli una denuncia da parte dei soprammenzionati esperti, per averne dubitato l'appartenenza al rango di "scienziato".
Poi sbotta anche nei confronti di De Angelis, giornalista, ospite fisso in trasmissione, ed autore di Mezz'ora in più, presente in studio, accusando quest'ultimo di fare "provocazioni di m**da".
Questo perchè De Angelis chiede al filosofo "se considera scienziati veri quelli che hanno paragonato questa situazione all'avvento del nazismo".
La stella di Davide - Sputnik Italia, 1920, 01.12.2021
Germania: chi paragona il genocidio nazista alle strette ai no-vax commette reato
Cacciari, di recente, aveva annunciato che avrebbe disertato per un po' le luci della ribalta, nella fattispecie le trasmissioni televisive; ieri, però, ha accettato l'invito della Gruber a Otto e mezzo, in onda su La7, contestando ancora una volta il vaccino e palesando una posizione sempre più sulla stessa lunghezza d'onda dei no-vax.
La Gruber, parlando di vaccino, se ne era uscita con un "l'importante è che funzioni", ed aveva chiesto a Cacciari: "Qual è l'alternativa?" Il filosofo è allora sbottato con:

"Non sappiamo neanche se è un vaccino. Bayer, Bayer lo ha detto: il presidente della Bayer, a una conferenza internazionale. È un procedimento diverso da quello del vaccino. Non è come per la polimelite o il tifo", riferisce Libero.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала