Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Variante Omicron: il Giappone sospenderà le prenotazioni aeree per i voli dall'Africa

© AFP 2021 / Yoshikazu TSUNOAeroporto di Tokyo
Aeroporto di Tokyo - Sputnik Italia, 1920, 01.12.2021
Seguici su
Il ministro dei trasporti giapponese ha dato mercoledì disposizione alle compagnie aeree di sospendere le prenotazioni per i voli verso il Giappone per un mese, a causa della crescente preoccupazione per la variante Omicron.
Il ministro ha riferito che questa decisione è una "misura di sicurezza", ma coloro già in possesso di biglietti prenotati potranno comunque recarsi nel paese.
La decisione arriva dopo la rilevazione di un secondo caso della variante Omicron, sabato, in un ventenne atterrato all'aeroporto Narita di Tokyo, di ritorno dal Perù.
In giornata, era stato annunciato che il governo avrebbe negato l'ingresso a tutti i viaggiatori stranieri che si recano in Giappone, compresi quelli provvisti di permesso di soggiorno, dal Sudafrica e da altri paesi del continente africano. A partire da giovedì, per un mese, a tutti i viaggiatori provenienti da Sudafrica, Eswatini (il vecchio Swaziland), Zimbabwe, Namibia, Botswana, Lesotho, Mozambico, Malawi, Zambia e Angola sarà vietato l'ingresso nel paese, ad eccezione di casi particolari.
Le restrizione non si applicano ai cittadini giapponesi, che saranno comunque tenuti ad osservare una quarantena di dieci giorni presso una struttura indicata dal governo, a cui seguiranno altri 4 giorni di autoisolamento in un luogo a scelta dell'interessato, e che saranno sottoposti a test COVID ogni tre o quattro giorni.
Coronavirus in Russia - Mosca, Ottobre 2021 - Sputnik Italia, 1920, 01.12.2021
Pioniera mRNA su variante Omicron è ottimista, ma servono più dati
L'anno scorso, il Giappone aveva sì vietato l'ingresso per i cittadini stranieri, ma i cittadini giapponesi e i residenti con regolare permesso di soggiorno potevano comunque entrare nel paese. Dopo le forti pressioni da parte del governo e dei partiti d'opposizione, però, il primo ministro Fumio Kishida si è visto costretto ad inasprire quelle che già prima erano considerate tra le più severe misure di contenimento anti-COVID al mondo.
Inoltre, i cittadini giapponesi e i residenti stranieri che rientrano in Giappone da Israele, Italia, Regno Unito, Paesi Bassi, Trinidad e Tobago, Venezuela e Perù, paesi in cui sono stati riscontrati casi di Omicron, dovranno autoisolarsi per sei giorni in una struttura apposita.
La restrizioni toccano anche i passeggeri provenienti da altre 31 nazioni e regioni, che dovranno sottoporsi ad una quarantena di tre giorni, a patto di non lasciare il paese e rispettare un'ulteriore quarantena presso il proprio domicilio per altri 11 giorni.

Variante Omicron

Il 20 novembre gli scienziati hanno segnalato la comparsa, in Botswana e in Sudafrica, di un nuovo ceppo di coronavirus, contenente un numero elevato di mutazioni nella proteina Spike, l'"arpione" con cui il virus infetta le cellule.
Secondo i ricercatori, la variante potrebbe essere altamente trasmissibile e potenzialmente resistente agli anticorpi di coloro che sono stati vaccinati o sono guariti dal COVID, sebbene sia troppo presto per trarre conclusioni definitive.
Corridoio di disinfezione in un aeroporto - Sputnik Italia, 1920, 30.11.2021
Oms: vietare completamente i viaggi non ferma il coronavirus
La variante è stata definita "preoccupante" dall'OMS e rinominata Omicron, la quindicesima lettera dell'alfabeto greco.
Si sono registrati casi in quasi 20 Paesi, tra cui Hong Kong, Israele, Belgio, Repubblica Ceca, Germania, Gran Bretagna, Italia, Australia, Portogallo, Scozia, Paesi Bassi, Austria, Giappone, Francia e anche, presumibilmente, Finlandia e Svizzera. Tutti questi casi, ad eccezione della Scozia e dei paesi africani, sono 'importati'.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала