Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Vaccino anti-Covid per fascia 5–11 anni, l’ok di Aifa oggi o domani

© Ospedale pediatrico Bambino Gesùsomministrazione vaccino
somministrazione vaccino - Sputnik Italia, 1920, 01.12.2021
Seguici su
Fra oggi e domani l’Agenzia del farmaco italiana (Aifa), dovrebbe dare il suo ok al vaccino anti-Covid per la fascia di età 5–11 anni. L’Autorità del farmaco europea (Ema) ha già dato, giorni fa, il suo parere favorevole all’utilizzo del vaccino Pfizer pediatrico.
Secondo quanto riportato dall’Adnkronos, il Comitato interno dell’Aifa, che si occupa della revisione della documentazione scientifica e tecnica, non tarderà molto a dare il suo parere favorevole all’uso del vaccino Covid-19 per i bambini.
Ieri il presidente del Consiglio superiore di sanità, Franco Locatelli, aveva affermato che entro il 23 dicembre sarebbe iniziata in Italia la somministrazione del vaccino alla fascia 5–11 anni.
In fase di preparazione anche il piano per la somministrazione, si ragiona infatti di creare aree dedicate pediatriche all’interno dei centri vaccinali. Tuttavia, le soluzioni allo studio sarebbero anche altre.
L’Austria, al momento, è l’unica nazione dell’Unione Europea che ha avviato la somministrazione del vaccino pediatrico contro il coronavirus. Le autorità sanitarie austriache hanno addirittura anticipato il parere dell’Ema, per accelerare la campagna vaccinale.
somministrazione vaccino - Sputnik Italia, 1920, 01.12.2021
Leader dei no-vax si converte dopo guarigione da Covid-19, ora il vaccino lo farebbe

La dose per i bambini

La dose prevista per i bambini di età 5–11 anni è di appena 10 microgrammi, rispetto ai 30 microgrammi somministrati nella fascia di età superiore.
Come per le altre fasce di popolazione, anche per i 5–11 anni la seconda dose è prevista alla distanza di tre settimane dalla prima.
Secondo le autorità sanitarie e di farmacosorveglianza, i benefici superano i rischi, in particolare nei bambini le cui condizioni sanitarie potrebbero aumentare il rischio, in caso dovessero contrarre il Covid-19 in modo grave.
Gli effetti indesiderati, riscontrati durante la fase sperimentale su duemila bambini, sono simili a quelli riscontrati negli adulti: dolore sul sito dell’iniezione, stanchezza, mal di testa, arrossamento e gonfiore al sito di iniezione, brividi e dolore muscolare. Tutti sintomi che spariscono entro pochi giorni dalla vaccinazione.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала