Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Una palla di fuoco attraversa la Spagna centrale e meridionale a 72.000 km all'ora - Video

© Foto : YouTube Jm MadiedoUna palla di fuoco attraversa la Spagna centrale e meridionale a 72.000 km all'ora
Una palla di fuoco attraversa la Spagna centrale e meridionale a 72.000 km all'ora - Sputnik Italia, 1920, 01.12.2021
Seguici su
La roccia è passata attraverso l'Atlantico, tra la Spagna e il Marocco, ad una velocità che ha raggiunto i 72.000 chilometri all'ora.
Gli abitanti del centro e del sud della penisola iberica sono rimasti a bocca aperta quando hanno visto l'oggetto cadere dal cielo. Una grande palla di fuoco di colore verde intenso ha illuminato per qualche secondo la notte.
L'evento è avvenuto a causa dell'ingresso nell'atmosfera terrestre di un meteoroide staccatosi da una cometa. L'elevata temperatura raggiunta dalla roccia entrata nell'atmosfera ha generato una palla di fuoco a circa 90 chilometri sopra il mare, nella verticale di un punto situato a 68 chilometri dalla costa di Cadice e 81 chilometri dalla costa marocchina.
Da lì è avanzato in direzione sud-est, finendo nel mare ad un'altitudine di circa 46 chilometri sopra la verticale di un punto situato a 81 chilometri dalla costa di Cadice e 72 chilometri dalla costa marocchina.
L'evento è stato registrato alle 23:39 del 28 novembre dai rilevatori del progetto SMART, dell'Istituto di Astrofisica dell'Andalusia (IAA-CSIC), degli osservatori di Siviglia, di Sierra Nevada e La Sagra (Granada), di Calar Alto ( Almería) e La Hita (Toledo). Il responsabile del Progetto SMART, José María Madiedo, ha analizzato l'evento.
Sebbene sia stato visto in tutta la Spagna centrale e meridionale, le immagini più spettacolari sono state registrate da Siviglia.
Nel caso in cui fosse caduto al suolo e non in mare, sarebbe stato possibile provare a rintracciare gli eventuali resti del bolide. Grazie alle telecamere, è infatti possibile effettuare una triangolazione e i successivi calcoli condotti dagli astrofisici permettono di individuare con buona approssimazione l’area della potenziale caduta di resti del meteoriode.
In questo caso, se qualche pezzo di roccia spaziale è sopravvissuto alla deflagrazione, è caduto negli abissi dell’Atlantico.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала