Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Sileri: con green pass ristretto Italia protetta e aperta

© AP Photo / Andrew MedichiniPierpaolo Sileri
Pierpaolo Sileri - Sputnik Italia, 1920, 01.12.2021
Seguici su
Le parole pronunciate dal sottosegretario di Stato al ministero della Salute Pier Paolo Sileri.
"Al momento gli ospedali tengono molto bene, nonostante maggiori sofferenze in alcune aree, dobbiamo proseguire con le terze dosi, e poi io credo che con l'introduzione del green pass ristretto nella nostra quotidianità l'Italia sarà un Paese protetto, un Paese aperto e un Paese sicuro", ha detto Sileri partecipando a Genova a un convegno per la giornata mondiale della lotta l'Aids e rispondendo alla domanda: "Che Natale sarà?"
Sileri ha osservato che “l'aumento dei contagi in Italia è migliore rispetto al resto d'Europa” e per quanto riguarda la variante Omicron non si pronuncia, manda una stoccata a quanti non fanno che parlarne da giorni:
“Di cui tutti parlano come se si sapesse già tutto, perché non ho evidenze scientifiche ufficiali, però il buon senso ci dice di attendere, guardando indietro sono arrivate altre varianti e il sistema ha retto”. Tradotto, nessun allarmismo.
Almeno non per ora, perché Sileri ha aggiunto: “Nel caso invece la nuova variante dovesse portare problemi e i contagi dovessero salire saremo in grado, come abbiamo fatto negli ultimi mesi, di affrontare la situazione e di gestirla”.
E in definitiva ha precisato e rassicurato: “Una cosa è certa, non abbiamo chiuso e non stiamo chiudendo e stiamo andando avanti, l'Italia c'è e il servizio sanitario c'è ed è in grado di rispondere”.
Niente lockdown, al massimo dopo il super green pass si passerà all’obbligo vaccinale come farà l’Austria da febbraio o come si discute in Germania.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала