Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Poca chiarezza sulla tennista Peng Shuai, Wta sospende i tornei in Cina

© REUTERS / Adnan AbidiLa tennista cinese Peng Shuai
La tennista cinese Peng Shuai - Sputnik Italia, 1920, 01.12.2021
Seguici su
L'Associazione di tennis femminile (Wta) ha sospeso tutti i tornei in Cina a seguito della vicenda Peng Shuai, ha riferito oggi il presidente del Wta Steve Simon.
"Con il pieno supporto del consiglio di amministrazione della Wta, annuncio l'immediata sospensione di tutti i tornei Wta in Cina, compreso Hong Kong. In buona coscienza, non vedo come posso chiedere alle nostre atlete di giocare lì quando Peng Shuai non è autorizzata a comunicare liberamente ed è stata apparentemente sottoposta a pressioni per contraddire la sua accusa di violenza sessuale", ha detto Simon.
La tennista cinese è scomparsa dal pubblico dopo aver pubblicato il 2 novembre un post sul social Weibo, una piattaforma social cinese che ricorda Twitter, in cui accusava l'ex vicepremier cinese, il 75enne Zhang Gaoli, di averla aggredita sessualmente. Il post è stato immediatamente cancellato, gli account della Peng sono stati rimossi dai social del Paese e l'atleta ha smesso di comunicare e farsi vedere in pubblico, suscitando preoccupazioni per la sua sicurezza.
Peng Shuai - Sputnik Italia, 1920, 21.11.2021
Si rivede Peng Shuai in videoconferenza con presidente Cio: "sto bene, rispettate privacy"
Il 21 novembre, è finalmente apparsa in pubblico per la prima volta in diverse settimane alla cerimonia di apertura della finale di una partita di tennis per adolescenti a Pechino. Il giorno successivo, Peng ha confermato di stare bene e al sicuro in una videochiamata con il presidente del Comitato Olimpico Internazionale (Cio) Thomas Bach.
Il 22 novembre Human Rights Watch (HRW) ha esortato il Cio a non promuovere la presunta propaganda cinese, osservando che la collaborazione dell'organizzazione con Pechino sulla ricomparsa di Peng ha minato il suo impegno per i diritti umani. HRW ha inoltre esortato il Cio a convincere le autorità cinesi ad avviare un'indagine indipendente.
All'inizio della scorsa settimana il membro senior del Cio Dick Pound ha dichiarato a Bloomberg che tutte le accuse di HRW erano sciocche e non supportate dalle prove. Ha inoltre categoricamente respinto l'insinuazione secondo cui il Cio avrebbe confermato la sicurezza di Peng solo per evitare un conflitto diretto con Pechino.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала