Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L'Europa verso l'obbligo vaccinale: ecco i Paesi che lo introdurranno

© Filippo AttiliOperatori della CRI al centro vaccinazioni di Fiumicino
Operatori della CRI al centro vaccinazioni di Fiumicino - Sputnik Italia, 1920, 01.12.2021
Seguici su
Germania, Austria e Grecia verso l'introduzione dell'obbligo vaccinale, per far crescere il numero delle vaccinazioni. Multe salate e lockdown per i no-vax.
Ieri il futuro cancelliere Olaf Scholz, nel vertice con Angela Merkel e i premier dei Land tedeschi, per fare il punto sulla pandemia, ha annunciato che l’iter per una legge che istituisca l’obbligo vaccinale potrebbe partire già entro la fine dell’anno.
Ma sono anche altri gli Stati europei che stanno pensando di rendere obbligatorio il vaccino contro il nuovo coronavirus.
In Austria, la data X in cui scatterà l’imposizione è già segnata sul calendario. La stretta sui no-vax partirà dal primo febbraio.

Chi non si adeguerà alle nuove regole, rifiutando l’iniezione, potrebbe rischiare una multa da 3.600 euro. Il conto sarà ancora più salato, oltre il doppio, in caso di recidiva.

In questo modo, il governo del cancelliere Alexander Schallenberg punta a far accrescere la percentuale dei vaccinati, che in Austria, come ricorda Il Messaggero, è ancora inchiodata al 70 per cento.
Министр финансов Германии Олаф Шольц прибывает на встречу министров финансов и здравоохранения G20 в Риме - Sputnik Italia, 1920, 30.11.2021
Germania, per Bild nuovo cancelliere verso obbligo vaccinale contro il Covid
In Grecia, invece, l’obbligo verrà imposto agli ultrasessantenni. Anche qui, gli indecisi verranno convinti a suon di sanzioni: chi non si vaccina entro il 16 gennaio dovrà pagare 100 euro al mese di multa. Questo, secondo il premier Kyriakos Mitsotakis, “è il prezzo da pagare per la salute”.
A Berlino, nei piani del governo non c’è soltanto l’introduzione dell’obbligo vaccinale, ma anche un lockdown per i no-vax, che potrebbero subire ulteriori restrizioni nell’accesso alla vita pubblica.

Tutti i servizi, ad eccezione di quelli essenziali, come supermercati e farmacie, potrebbero essere chiusi per chi non ha ricevuto neppure una dose, e potrebbe essere deciso anche un limite al numero di contatti umani per coloro che non si vaccinano: al massimo 5 persone, oppure due nuclei familiari.

Le modifiche, in questo senso, alla legge sulla protezione dalle infezioni potrebbero essere introdotte a breve, per contrastare la risalita dei contagi che sta mettendo in ginocchio il Paese.
In alcune regioni, come il Baden-Wuerttemberg, le terapie intensive sono già al collasso e i pazienti potrebbero essere trasferiti all’estero, in Francia, Italia e Svizzera, come è già successo nei giorni scorsi con i due pazienti bavaresi ricoverati a Bolzano e Merano.
Protesta contro il nuovo lockdown in Austria - Sputnik Italia, 1920, 30.11.2021
Austria, possibile multa di oltre €7mila a chi rifiuta di vaccinarsi contro il Covid
In Francia non si prevedono multe per chi non si vaccina, ma il governo, in vista dell’apertura della campagna vaccinale per i più piccoli, raccomanda caldamente l’immunizzazione dei soggetti più fragili nella fascia 5-11 anni.
L’Italia, infine, che può vantare una percentuale di vaccinazione superiore a quella di Austria e Germania, per ora non sembra prendere in considerazione l’obbligo, ma ha optato per la strada del super green pass, che di fatto esclude i non vaccinati dalla vita sociale.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала