Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La maggior parte degli ufficiali finlandesi sostiene l'adesione alla NATO, secondo un sondaggio

© REUTERS / Ints KalninsBandiera della NATO in Lituania
Bandiera della NATO in Lituania - Sputnik Italia, 1920, 01.12.2021
Seguici su
Secondo l'ex deputato esperto di politica di sicurezza Risto Penttilä, l'adesione della Finlandia alla NATO interesserebbe Mosca, poiché la Finlandia "si impegnerebbe per la migliore cooperazione possibile con la Russia" e "calmerebbe la NATO". Ma Mosca ha pi\ volte avvertito che l'avanzata NATO verso i suoi confini provocherebbe una reazione.
Circa il 65% degli ufficiali finlandesi sostiene l'adesione del paese alla NATO. Per fare un confronto, quattro anni fa il sostegno era al 61%, ha riferito il canale di notizie finlandese MTV.
Il presidente dell'Unione degli ufficiali finlandesi, il tenente colonnello Ville Viita, non vede problemi nell'entrare nella NATO.
"I militari guardano la questione da un punto di vista pratico. Se la situazione è cambiata, allora perché non ottenere garanzie di sicurezza decenti?", ha detto Viita a MTV.
L'ex deputato ed esperto di politica di sicurezza Risto Penttilä sostiene che la Finlandia non ha altri partner militari degni.
"Se si guarda la situazione dal punto di vista della politica di sicurezza, cos'altro c'è per la Finlandia? Il bilancio militare da solo difficilmente aumenterà molto, l'alleanza militare con la Svezia non sembra promettente e anche l'Europa non sembra molto forte. Questa logica porta nella direzione della NATO", ha detto Penttilä a MTV.
Secondo Penttilä, i politici dovrebbero tenere presente la possibile reazione della Russia all'adesione della Finlandia alla NATO.
"Potrebbero nascere differenze politiche e persino commerciali. Ma l'adesione della Finlandia alla NATO sarebbe nell'interesse della Russia, poiché la Finlandia si impegnerebbe per la migliore cooperazione possibile con la Russia. La Finlandia potrebbe calmare la NATO e chiederle di non assumere una posizione difensiva così aggressiva", ha sostenuto Penttilä.
Durante la sua visita in Finlandia ad ottobre, il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha detto che la porta rimane aperta per la Finlandia, se vuole unirsi all'alleanza militare.
Anche se storicamente non allineata, la Finlandia negli ultimi anni si era allontanata dall'alleanza, insieme al suo vicino non allineato, la Svezia.
Mentre entrambi hanno finora deciso di non aderire alla NATO, sia la Svezia che la Finlandia hanno sviluppato una più stretta cooperazione, attraverso un'alleanza militare bilaterale che comprende esercitazioni militari comuni, attività di addestramento, la partecipazione alla NATO Response Force, e la ratifica e l'attuazione dell'accordo Host Nation Support, che apre opportunità politiche e militari-tecnologiche per la NATO di utilizzare il territorio terrestre, lo spazio aereo e le acque territoriali di Svezia e Finlandia.
Secondo il Finnish Foreign Policy Institute, la cooperazione nella difesa è diventata "il motore più importante degli affari esteri finlandesi". L'istituto ha notato una "cooperazione sempre più estesa che lega la Finlandia al sistema di sicurezza occidentale", che ha "accelerato ulteriormente il tramonto del non allineamento militare finlandese".
In precedenza, l'ambasciatore russo in Finlandia, Pavel Kuznetsov, si era lamentato del fatto che alcuni paesi "hanno paura della Russia". Allo stesso tempo, ha sottolineato che l'avanzata dell'infrastruttura militare della NATO verso i confini russi spingerà Mosca a prendere misure adeguate.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала