Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

DAD per un solo positivo in classe, il governo fa dietrofront

© AP Photo / Alessandra TarantinoLezione in una delle scuole a Roma dopo la riapertura, Italia
Lezione in una delle scuole a Roma dopo la riapertura, Italia - Sputnik Italia, 1920, 01.12.2021
Seguici su
Il governo fa un passo indietro sulla Dad, la didattica a distanza, in caso vi fosse anche un solo caso in classe positivo al Covid-19. Ritirata la circolare, a firma Gianni Rezza, che imponeva le lezioni a distanza in tali casi. Si va nella direzione dei tracciamenti e dell'isolamento fiduciario per lo studente positivo.
Lo dice una nota esplicativa di chiarimento a mittente ministero della Salute, cui fa eco il ministero Istruzione.
Si corregge, quindi, il tiro rispetto alla precedente circolare, specificando che, in base alla situazione attuale, si è deciso per il mantenimento delle norme vigenti ad oggi, vale a dire per l'isolamento dello studente che dovesse risultare positivo al Covid-19 e di coloro venuti a contatto con lo stesso, tenendo conto dei tracciamenti e degli strumenti informatici a disposizione.

"In considerazione della sopravvenuta disponibilità manifestata dalla struttura commissariale di Figliuolo potrà essere mantenuto il programma di testing per la verifica della positività dei soggetti individuati come contatti di una classe/gruppo, da effettuarsi in tempi estremamente rapidi, tali da garantire il controllo delle infezioni", riferisce la nota ministeriale.

La Dad scatterà con un solo positivo nelle classi della fascia di età fino a 6 anni, mentre scatterà con due positivi per le classi della fascia di età 6-12.
Questo il motivo del rapido cambio di rotta del governo: "garantire la partecipazione in presenza e lo svolgimento delle lezioni a scuola in assoluta sicurezza è una priorità del governo", riferiscono fonti di governo.
Non ci stanno però i presidi, che si dichiarano sconcertati dal dietrofront:

"Troviamo sconcertante che una nota sottoscritta da due ministeri sia sospesa dopo neanche 24 ore e che le disposizioni ivi contenute siano già considerate superate. Attendiamo di vedere come il Commissario Figliuolo deciderà di intervenire per rendere finalmente efficienti le Asl e far partire la campagna di testing e tracing che dovrebbe garantire la scuola in presenza. Ai dirigenti e al personale delle scuole, che hanno fatto ben più di quanto dovessero, non si deve più chiedere di sostituirsi ai funzionari dei Dipartimenti di prevenzione".

A dirlo è Antonello Giannelli, presidente dell'Anp, l'Associazione nazionale presidi.
Virginia Raggi a scuola a Roma prima dell'inizio dell'anno scolastico - Sputnik Italia, 1920, 30.11.2021
Scuola e Covid-19, marcia indietro del governo? per la Dad basterà un contagiato in classe
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала