Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Torino, tenta di sventare una rapina: carabiniere accoltellato, gravissimo in ospedale

Un carabiniere - Sputnik Italia, 1920, 30.11.2021
Seguici su
Il militare è stato raggiunto da vari fendenti, dopo essere intervenuto fuori servizio per bloccare due malviventi, poi fuggiti. Ora si trova in prognosi riservata all'ospedale San Giovanni Bosco, mentre è caccia ai criminali, scappati con un magro bottino a bordo di uno scooter.
L'uomo, di 53 anni, è in servizio presso la Compagnia Oltre Dora, alla sezione antidroga.
Al momento della rapina pare non fosse nella farmacia, ma vedendo i due rapinatori, li ha inseguiti dentro l'esercizio commerciale.
All'interno, i due hanno minacciato con una pistola, risultata poi essere una scacciacani, i tre dipendenti, i quali sono stati trascinati sul retro e costretti ad aprire la cassaforte, in cui vi erano alcune centinaia di euro.
Il carabiniere, al momento del fatto non in servizio e sprovvisto di arma di ordinanza, è riuscito a disarmare uno dei due malviventi, ma quest'ultimo ha estratto un coltello, ferendo il militare più volte.

"Ci stringiamo alla famiglia del brigadiere dei Carabinieri che stasera pur essendo fuori servizio non ha esitato a mettere la propria vita in pericolo per sventare una rapina. Speriamo con tutto il cuore che le sue condizioni migliorino", Alberto Cirio, presidente della Regione Piemonte.

I due rapinatori sono poi riusciti a racimolare il magro bottino e a scappare a bordo di uno scooter.
Sul posto è intervenuta la polizia scientifica ed altre pattuglie dell'Arma.
Tanti i messaggi di sdegno, ma anche di sostegno al militare gravemente ferito, che si trova al momento in ospedale, dove è stato intubato ed è in procinto di essere operato per riparare a una lesione sanguinante del fegato e del pneumotorace.
La prognosi è al momento riservata.

"Esprimo la piena solidarietà all’Arma dei Carabinieri e la mia profonda vicinanza al brigadiere ferito durante una rapina", commenta Stefano Lo Russo, sindaco della Città di Torino.

Intanto, dal sindacato autonomo di polizia commentano così quanto successo:
"Non possiamo non sottolineare per l'ennesima volta, che non disponiamo di mezzi e nome idonei a fronteggiare i delinquenti. Se usiamo l'arma in dotazione ci indagano, urlando all'abuso. Se non la usiamo, finiamo morti ammazzati. Adesso basta, la misura è colma", Fabio Conestà, segretario generale.
Ora è caccia ai due delinquenti, che, stando ad indiscrezioni, sono di nazionalità italiana.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала