Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

M5s, 4 milioni di euro di restituzioni vanno a Cnr e Emergency. Sì al 2x1000

Logo del M5S - Sputnik Italia, 1920, 30.11.2021
Seguici su
Il Movimento 5 Stelle ha reso noto i risultati del voto online, relativo alla destinazione dei 4 milioni di euro delle restituzioni dei portavoce nazionali e relativo alla proposta di accesso al 2x1000.
Su 131.760 aventi diritto al voto, soltanto in 33.967 hanno votato, di questi voti 76 schede sono risultate nulle.
Per quanto riguarda la destinazione dei 4 milioni di euro, tra le proposte hanno ottenuto più voti i progetti di ricerca del Consiglio nazionale delle ricerche (CNR), con il 25,6% (15.982), ed Emergency, fondata dal compianto Gino Strada, che ha ricevuto il 23,47% dei voti (14.652 preferenze).
Medici senza frontiere riceve il 17,82% delle preferenze, seguito dalla Lega del filo d’oro (13,93%) e dall’Anpas (Associazione nazionale pubbliche assistenze), con il 12,35%.
Il voto sulla proposta di “richiedere l’accesso al finanziamento del 2×1000 e al finanziamento privato in regime fiscale agevolato mediante iscrizione al registro nazionale di cui al D.L. 143/2013”, ha ottenuto 24.360 e 9.531 no. Pertanto, la proposta è stata approvata dalla base del Movimento politico.
Su Twitter, il partito politico diretto da Giuseppe Conte ha scritto che dal 2010 hanno restituito alla collettività 118,4 milioni di euro.

Il commento di Giuseppe Conte

“Sul 2x1000 la nostra comunità politica ha deciso, con circa il 72% delle preferenze, di pronunciarsi a favore dei finanziamenti che i cittadini liberamente vorranno destinare al Movimento 5 Stelle. Come già anticipato utilizzeremo tali somme per rafforzare l’azione politica sui territori, elaborare nuovi progetti per essere vicini ai bisogni e alle richieste delle persone, a livello nazionale e locale”.
Queste le parole di Giuseppe Conte, che su Facebook ha anche aggiunto:
“Il M5S è l’unica forza politica che restituisce alla collettività una parte degli stipendi dei propri parlamentari. Con la votazione di oggi si è deciso di ripartirli fra una serie di associazioni che si occupano di finalità dall’alto valore sociale”.
Non è chiaro se solo il primo progetto riceverà i fondi o se saranno ripartiti tra le varie associazioni ed enti di ricerca, in base alla percentuale di voti ricevuti.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала