Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Variante Sudafricana, Galli: "Preoccupazione legittima, ma non fasciamoci la testa"

 Massimo Galli - Sputnik Italia, 1920, 26.11.2021
Seguici su
Per l'infettivologo, la comparsa di una nuova variante è un evento "prevedibile e atteso", ma per il momento non è chiaro se il nuovo ceppo sia più resistente al vaccino.
La nuova variante isolata in Sudafrica fa paura al mondo, ma Massimo Galli, infettivologo dell'ospedale Sacco di Milano, non sembra sorpreso per la comparsa di un nuovo ceppo che potrebbe risultare più resistente ai vaccini.

"Tanto tuonò che piovve. Giusto ieri avevo detto che la circolazione incontrollata del virus nei Paesi poveri poteva essere il bacino per una nuova variante e così è stato", il commento di Galli ad Agi.

L'allarme per la variante B.1.1.529 ha spinto molti Stati europei, l'Italia tra i primi, a bloccare i voli con i Paesi dell'Africa meridionale, in cui sono presenti focolai. Le numerose mutazioni presenti sulla proteina Spike potrebbero conferire al virus maggiore trasmissibilità e immunoevasione.

"Questo è un evento prevedibile ed atteso che ci segnala una volta di più che questa malattia la si sconfigge globalmente e non nel singolo Paese".

Ai microfoni di Che giorno è su Rai Radio 1, Galli invita alla calma: "Non fasciamoci la testa, ma la preoccupazione è legittima". Per il momento, il pericolo è potenziale, perché non è ancora chiaro se la variante sia in grado di bucare il vaccino.

"Dalle varie cose che stanno emergendo - spiega il virologo - è necessario capire se questa variante diventerà un competitor della Delta, e tutti capiamo che la faccenda diventerebbe seria. Non sappiamo se è possibile che questa variante sia in grado di bucare il vaccino, io non sono convinto di questo ma non abbiamo i dati per poterlo dire. Il vaccino probabilmente continuerà a fare il suo mestiere".

La variante Sudafricana

La nuova variante del virus Sars-Cov-2 ha messo in allarme l'Oms e diversi Paesi, oltre ai mercati finanziari di tutto il mondo, per l'alto numero di mutazioni sulla proteina Spike, che potrebbero rendere il nuovo ceppo più resistente ai vaccini.
Non è ancora chiaro se le caratteristiche della nuova mutazione possano offrire al virus un vantaggio in termini di maggiore capacità di contagio o di aggirare la protezione del vaccino.
Il nuovo ceppo è stato scoperto in piccoli focolai in Sudafrica, Botswana e Hong Kong.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала