Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Iss: i vaccini hanno evitato 22.000 vittime tra gennaio e settembre

© REUTERS / DADO RUVICFiale con vaccini anti-COVID Pfizer ed AstraZeneca
Fiale con vaccini anti-COVID Pfizer ed AstraZeneca - Sputnik Italia, 1920, 26.11.2021
Seguici su
La maggior parte dei decessi, secondo l'Iss, è stata evitata nella fascia ultraottantenne.
Senza l'ausilio di una delle più grandi campagnie vaccinali della storia, in Italia si sarebbero potute contare 22.000 vittime in più, causate dalla pandemia di coronavirus.
È quanto rileva un recente studio, pubblicato nelle scorse ore dall'Istituto superiore di sanità.
Scendendo nel dettaglio, il 71% dei decessi evitati è nella fascia al di sopra degli 80 anni, il 18% nella fascia 70-79, l'8% nella 60-79 e il 2% nei minori di 60 anni.
L'indagine, inoltre, mette in evidenza che la capillare diffusione del vaccino ha contribuito ad evitare un ulteriore sovraccarico sul sitema sanitario nazionale.
Nel complesso, si stima che siano stati evitati un qualcosa come 445.000 casi di contagio, oltre a 79.000 ricoveri e quasi 10.000 ingressi nelle terapie intensive.
“Questi studi sono importanti perché rilevano come le persone vaccinate abbiano un rischio molto più basso di avere conseguenze gravi dall’infezione. Malgrado ormai non ci siano dubbi sull’importanza di questo strumento, insieme agli altri di cui disponiamo come il distanziamento e le mascherine, ancora milioni di persone non sono protette. L’invito è quindi di iniziare l’iter per chi ancora non l’ha fatto, e di proteggersi con il richiamo, soprattutto se si fa parte delle categorie più fragili, le prime a cui è stata offerta questa possibilità”, è stato il commento del presidente dell'Iss Silvio Brusaferro.

Lo studio Ecdc

Contestualmente, un altro studio di Ecdc (Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie) e OMS, ha messo in luce che il vaccino avrebbe salvato la vita di almeno 470.000 individui tra gli ultrasessantenni.
Inoltre, un numero minore di decessi evitati è stato rilevato in Paesi come Romania, Moldavia e Ucraina, in cui la copertura vaccinale è stata più bassa.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала