Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Fedez contro tutti: nel nuovo album se la prende con Renzi, con Meloni e il Codacons

Fedez - Sputnik Italia, 1920, 26.11.2021
Seguici su
“Disumano” contiene 20 tracce in cui l'artista attacca la politica e il sistema. Un brano dedicato alla figlia Vittoria e alla vecchia amicizia con J-Ax.
Se la prende con tutti e non risparmia attacchi diretti e accuse il rapper Fedez nel suo nuovo album “Disumano” uscito alla mezzanotte di oggi. E principale target dell’invettiva è la politica, in particolare Matteo Renzi e Giorgia Meloni, oltre alla Lega, protagonisti della sua “Un Giorno in Pretura”.
Il brano inizia con una introduzione letta dal conduttore della Zanzara Giuseppe Cruciani: "Tutti i personaggi e gli eventi di questa canzone sono del tutto immaginari. La seguente canzone contiene un linguaggio scurrile. E per il suo contenuto non dovrebbe essere ascoltata da nessuno".
E arriva subito il colpo a Renzi con la citazione di uno dei meme più noti del web: quel "first reaction: shock" che ha fatto il giro dei social.
E poi Fedez dà la stoccata al leader di Italia Viva: "Io e mia mia moglie siam tutti esauriti, tutti i desideri esauditi. Come Renzi quando si è preso ottantamila petroldollari sauditi (Ahi!)".
Fedez continua e attacca i “complimenti sotto dettatura” a una dittatura.
Nel brano il rapper ricorda Giulio Regeni e Federico Aldovrandi e poi ironizza su Andrea Bocelli, che da una parte canta a margine delle assemblee dell'Onu e dell'Unesco e dall’altra “grida: 'Bill Gates è un'aliena, che ci spara il 5G in vena'".

Il libro della Meloni e la polemica su Amazon

È sempre il primo dei singoli del nuovo album che riserva sorprese in merito di attacchi alla politica.
In “Un Giorno in Pretura” Fedez se la prende anche con la Meloni e che chiede di boicottare Amazon ma poi chiede di comprare “il mio libro Io sono Giorgia. 'Oddio ma è primo su Amazon!'".
E poi la stoccata alla Lega e alla “legittima difesa”: "E pensare che l'eutanasia in Italia sembrava una cosa utopistica. Quando per morire ti basta dare un pugno in faccia ad un assessore leghista".

L’altro “nemico” il Codacons

A dare battaglia a Fedez in molte occasioni è stato il Codacons, che si è così “guadagnato” un posto d’onore nel nuovo album dell’artista.
Ne “La cassa spinge 2021” Fedez dice “Sono veramente euforico, non mi ha ancora querelato il Codacons”.
Tra le canzoni anche un brano dedicato alla figlia Vittoria e riferimenti autobiografici come la battuta sull'ex socio J-Ax: "Siam davvero convinti che fossero amici/come ai tempi di J-Ax".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала