Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Mottarone: Tadini torna in libertà, revocati i domiciliari

© Foto : Twitter / Corpo Nazionale Soccorso Alpino e SpeleologicoPiemonte, precipita cabina della funivia Stresa-Mottarone
Piemonte, precipita cabina della funivia Stresa-Mottarone - Sputnik Italia, 1920, 25.11.2021
Seguici su
Per il caposervizio della funivia di Stresa era stata disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari dopo la confessione dell'uso dei forchettoni per i freni.
Torna in libertà Gabriele Tadini, il caposervizio della funivia di Stresa, da fine maggio agli arresti domiciliari per la strage del Mottarone, in cui morirono 14 persone, fra cui due bambini, in una cabina precipitata.
La liberazione di Tadini è stata disposta dall'attuale gip del tribunale di Verbania, Elena Ceriotti, su richiesta dei pm all'avvicinarsi della scadenza dei termini di sei mesi previsti dalla custodia cautelare.
Nel disporre la revoca dei domiciliari, i magistrati hanno tenuto conto del fatto che l'indagato, assistito dall'avvocato Marcello Perillo, non ha mai violato la misura.
Il caposervizio della funivia di Stresa era finito agli arresti domiciliari dopo aver confessato l'utilizzo dei forchettoni dell'impianto di frenaggio. Tadini era stato arrestato assieme al gestore dell'impianto della funivia Luigi Nerini e al direttore di esercizio Enrico Perocchio.
Questi ultimi erano stati scarcerati poco dopo, in quanto, per il gip, non sussistevano le condizioni per le misure cautelari. Per loro, adesso, la situazione si potrebbe complicare, poiché la procura ha nuovamente chiesto i domiciliari, accordati nelle settimane scorse dal tribunale del Riesame. La decisione sul ricorso spetterà alla Cassazione.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала