Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Mattarella: "La violenza contro le donne è un fallimento della nostra società"

© Fotolia / Kar TrViolenza contro le donne
Violenza contro le donne - Sputnik Italia, 1920, 25.11.2021
Seguici su
Nonostante il Codice Rosso, i femminicidi sono in aumento, rispetto all'anno precedente. Il governo valuta misure più efficaci, come il braccialetto elettronico per i violenti o gli arresti domiciliari per chi rifiuta.
"La violenza contro le donne è un fallimento della nostra società". Lo ha detto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione della Giornata Internazionale per l'Eliminazione della Violenza contro le donne.

La società, nel suo insieme, "non è riuscita, nel percorso di liberazione compiuto dalle donne in quest’ultimo secolo, ad accettare una concezione pienamente paritaria dei rapporti di coppia", ha aggiunto il capo dello Stato.

Il rapporto del Viminale mostra un quadro allarmante della violenza di genere in Italia. Dall'inizio dell'anno, sono 109 le donne vittime di femminicidio, in aumento dell'8% rispetto all'anno scorso. Nella maggior parte dei casi (63) il carnefice è il partner o l'ex.
A due anni dall'introduzione del Codice Rosso, il ministro della Giustizia Marta Cartabia traccia un bilancio della legge a tutela delle donne.
"Troppe le donne uccise, troppe le richieste di aiuto non adeguatamente e tempestivamente raccolte. Una vergogna della nostra civiltà", ha affermato la Guardiasigilli, prendendo atto che il sistema normativo non sta funzionando. "La gravità dei fatti - aggiunge - chiama le istituzioni a ripensare norme e procedure più adeguate".
La prossima settimana dovrebbe arrivare sul tavolo del governo un pacchetto messo a punto da cinque ministre, con interventi sul codice penale e di procedura penale, per rafforzare gli strumenti di prevenzione e rendere più efficaci le misure di allontanamento.
Al vaglio del governo, dunque, non solo aumenti di pena per i reati di percosse e lesioni, ma anche il braccialetto elettronico per i violenti, finalizzato a rendere effettivo il divieto di avvicinamento alla vittima, "perché troppe volte la violazione di queste prescrizioni si rivela fatale". In caso di rifiuto, potrebbero scattare gli arresti domiciliari.
Il pacchetto di norme prevede, inoltre, la "formazione e specializzazione" di giudici e pm, "chiamati a prendere difficili decisioni sulla base del rischio e della pericolosità del soggetto".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала