Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Di Battista: "M5S drammaticamente irrilevante, suddito del Draghistan"

© AP Photo / Alessandra TarantinoAlessandro Di Battista
Alessandro Di Battista - Sputnik Italia, 1920, 25.11.2021
Seguici su
Dal suo tour nelle piazze d'Italia, l'ex deputato grillino ha parlato dell'idea di un nuovo progetto politico con al centro diritti economici e sociali, della corsa al Colle, di vaccini, in un 'intervista al Corriere della Sera, non risparmiando frecciate al M5S e al governo Draghi.
"Il M5S oggi è drammaticamente irrilevante". Alessandro Di Battista, in un intervista al Corriere della Sera, non risparmia frecciate agli ex colleghi del Movimento:
"Più che sul Pd sono sudditi più o meno inconsapevoli del Draghistan".
Le voci di corridoio su una sua futura discesa in campo aumentano, ma l'ex leader pentastellato resta criptico sull'ipotesi di una candidatura alle prossime politiche, mentre apre all'idea di un nuovo movimento, che abbia come "urgenza" i "diritti economici e sociali".
"Si parte da qui", ha affermato, ma resta l'incognita del consenso "che hanno determinate battaglie".
Di questo progetto, fa sapere, ha già parlato con Bersani, che si è detto d'accordo.

Le critiche al M5S

È improbabile che il ritorno in politica di Alessandro Di Battista avvenga con il M5S.
"Dovrebbero disconoscere il 90% di quello che hanno fatto in questi ultimi 9 mesi. Non credo che abbiano il coraggio di farlo", ha risposto ad una domanda su un'eventuale ricucitura.
Qualora ci fosse un nuovo progetto politico, però, Di Battista sarebbe favorevole a cooptare Virginia Raggi.
"Sono sempre più convinto che abbiamo perso una grande sindaca", ha precisato.

Elezioni del presidente della Repubblica

Di Battista si dice contrario al secondo mandato del presidente della Repubblica e definisce "indecente" la rielezione di Napolitano. Al Colle vedrebbe bene Gustavo Zagrebelsky, perché "al Paese serve un amante della Costituzione".
Commenta con sarcasmo le lodi di Silvio Berlusconi al reddito di cittadinanza.

"Captatio benevolentiae. Vuole il Quirinale. Tra un po' dirà che ho fatto bene a leggergli la sentenza Dell'Utri sotto casa", ha dichiarato.

Resta assolutamente negativo il giudizio sul governo Draghi:
"Fatico - afferma - a salvare qualcosa di un governo composto da Salvini, Berlusconi, Renzi e presieduto da Draghi".

Covid e vaccini

Sul vaccino per i minori di 12 anni, Di Battista ha "molti dubbi", ma chiarisce che "se esistesse in Italia una casa farmaceutica pubblica ne avrei di meno".
Il covid, conclude, "doveva convincere i politici sulla necessità di rafforzare lo Stato. Invece si sta tornando a privatizzare ogni cosa
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала