Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Confine Bielorussia-Polonia, migranti chiedono all'UE di prendere una decisione

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaProfughi al confine tra Bielorussia e Polonia
Profughi al confine tra Bielorussia e Polonia - Sputnik Italia, 1920, 25.11.2021
Seguici su
In migliaia si trovano ammassati da ormai due settimane alla frontiera tra Bielorussia e Polonia, con Varsavia che però tiene duro e impedisce loro l'ingresso nell'Unione Europea.
I migranti che si trovano al confine bielorusso-polacco hanno organizzato, nella giornata di oggi, una protesta e chiedono all'UE di prendere una decisione sul loro status.
Lo riporta in queste ore il corrispondente di Sputnik presente in Bielorussia.
Stando a quanto riferito, i migranti affermano di volersi trasferire in un paese pacifico e stabile e dicono di essere venuti in Europa non per motivi economici.
Migliaia di migranti dal Medio Oriente, per lo più curdi iracheni, si trovano già da più di due settimane al confine bielorusso-polacco, impossibilitati a entrare nell'UE, poiché Varsavia rifiuta loro l'ingresso.

Quando alcuni migranti hanno tentato di oltrepassare il confine, sono stati respinti dalla polizia di frontiera e dall'esercito polacco, che hanno usato cannoni ad acqua e gas lacrimogeni.

Intanto, Varsavia accusa Minsk di aver orchestrato la crisi, ma la Bielorussia nega ogni responsabilità e, dal canto suo, afferma di non poter gestire il flusso migratorio a causa delle sanzioni occidentali.
Secondo il governo bielorusso, i rifugiati sono stati costretti a lasciare i loro Paesi d'origine a causa delle operazioni militari che gli Stati Uniti e l'UE vi hanno condotto nei decenni passati.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала