Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Vaia invoca la fine del "bollettino Covid-19"

© Foto : Ufficio stampa di INMI Lazzaro SpallanzaniFrancesco Vaia, direttore sanitario dell'Istituto Spallanzani di Roma
Francesco Vaia, direttore sanitario dell'Istituto Spallanzani di Roma - Sputnik Italia, 1920, 23.11.2021
Seguici su
Il direttore dell'Istituto Spallanzani di Roma invoca lo stop al bollettino quotidiano sulla statistica relativa alla pandemia. Rilancia, ricordando le tre regole che ci possono portare fuori dall'emergenza e che è ora importante concentrarsi sui numeri dei ricoverati.
L'annuncio in un post di Facebook. Il direttore dell'Istituto Spallanzani di Roma chiede a gran voce lo stop per il bollettino quotidiano sulla situazione della pandemia di coronavirus. Secondo Francesco Vaia, i conteggi sarebbero deprimenti, servirebbero "solo a disorientare ancora di più, a deprimere, a fuorviarci dalla centralità del problema".
Vaia rilancia, dicendo che quello che conta ora è un'attenzione sui tassi di ospedalizzazione, in particolar modo per le terapie intensive.

"Siamo ben lontani dall'inverno scorso ma ancora non fuori", ha sottolineato il direttore.

Poi ha ricordato le tre importanti azioni necessarie a sconfiggere il virus:
"Vaccinare, a partire dai fragili e anziani, tutti coloro che hanno almeno 5 mesi di distanza dalla seconda dose; ampliare obbligo vaccinale per chi ha contatti con il pubblico; velocizzare sulle terapie , in primis domiciliari. Avanti così che siamo sulla strada giusta. Altro che catastrofe".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала