Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L'allarme dell'Oms per la quarta ondata: "Da qui a marzo si rischiano 2,2 milioni di morti"

© Sputnik . Evgeny UtkinUna donna in mascherina a Milano
Una donna in mascherina a Milano - Sputnik Italia, 1920, 23.11.2021
Seguici su
Per l'Oms, la quarta ondata rischia di provocare oltre 700mila nuovi decessi da qui a marzo. Il direttore regionale, Hans Kluge: "Dovremo affrontare un inverno pieno di sfide".
La quarta ondata rischia di travolgere l’Europa e di far salire a 2,2 milioni il numero dei morti in Europa per il Covid entro marzo del 2022.
A lanciare l’allarme è il direttore regionale della sezione europea dell'Oms, Hans Kluge, che prevede come da qui all’inizio della prossima primavera possano esserci 700mila decessi supplementari legati al virus sul Vecchio Continente.
“Possiamo attenderci che i reparti degli ospedali saranno sottoposti ad una pressione elevata o estrema in 25 Paesi e che i reparti di terapia intensiva siano sotto pressione in 49 Paesi su 53”, ha fatto sapere l’organizzazione in un comunicato.
Per questo, spiega ancora l’Oms, “sulla base delle tendenze attuali, dovremo attenderci un numero complessivo di decessi di 2,2 milioni da qui al primo marzo del 2022”.
Al momento, in Europa si contano 1,5 milioni di morti a causa del Sars-Cov-2. L’aumento vertiginoso dei casi che si registra un po’ ovunque per effetto della variante Delta, di una copertura vaccinale insufficiente in molti Paesi e dell’allentamento delle misure anti-contagio, rischia di far salire anche la curva dei decessi.
Addobbi natalizi sulla Piazza del Duomo a Milano - Sputnik Italia, 1920, 20.11.2021
Covid a Natale, Pregliasco: "Le feste saranno un periodo difficile, ridimensionare i cenoni"
Secondo i dati dell’Oms, le vittime sono più che duplicate dalla fine di settembre, passando da 2.100 al giorno a 4.200.
La situazione epidemica in Europa e in Asia Centrale “è molto seria”, ha aggiunto Kluge, citato dall’agenzia AFP. “Dovremo affrontare un inverno pieno di sfide”, ha aggiunto, sollecitando un approccio “vaccino plus”, che coniughi le vaccinazioni con il rispetto delle misure anti-contagio come distanziamento e mascherine.
L’utilizzo al 95 per cento di questi dispositivi, spiega ancora l’Oms, può permettere di evitare più di 160mila decessi nei prossimi quattro mesi.
“Appare sempre più evidente – rileva infine l’organizzazione – che la protezione indotta dalla vaccinazione sta diminuendo”. Per questo ha raccomandato la somministrazione della terza dose alle fasce di popolazione più vulnerabili.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала